Tsunami 2004. Tre drammatiche foto che mostrano la costa dello Sri Lanka prima e durante lo tsunami.

Il maremoto dell'Oceano Indiano, del dicembre 2004, è stato uno dei più gravi disastri naturali registrati all'inizio del XXI secolo, causando circa 230mila morti. Ha avuto la sua origine e il suo sviluppo nell'arco di poche ore in una vasta area della Terra: ha riguardato l'intero sud-est dell'Asia, giungendo a lambire le coste dell'Africa orientale.

Tutto ha avuto inizio alle ore 00:58:53 UTC del 26 dicembre 2004 quando un violentissimo terremoto - circa 9,0 gradi della scala ML della magnitudo locale - ha colpito l'Oceano Indiano al largo della costa nord-occidentale di Sumatra (Indonesia).

Questi tre fotogrammi mostrano una porzione dela costa dello Sri Lanka, prima dello tsunami, pochi minuti prima e durante il maremoto.

(fare click sull'immagine per vedere la versione ad alta risoluzione)

Articoli di questo blog con argomenti simili:

>> Centaurus A è la galassia attiva più vicina a noi, solo 11 milioni di anni luce...

>> Gli astronomi hanno identificato un asteroide che potrebbe colpire la Terra nel 2048. In questo caso formerebbe un cratere largo 2 km

>> Un telescopio grande la metà di un campo di calcio per andare alla ricerca di pianeti extrasolari!

>> Impatto dell'asteroide con Marte: la probabilità aumenta!

>> Un omaggio alla cometa più strana del 2007: la cometa Holmes (immagini)

>> Gli astronomi hanno scoperto il diamante più grande di tutti i tempi. Dieci miliardi di trilioni di trilioni di carati!

>> Alcune spettacolari meteoriti cadute sulla Terra. Alcuni dicono che hanno portato la vita, altri che porteranno la morte. Per adesso godetevi il filmato

>> La più bella immagine astronomica del 2007! La meravigliosa faccia della galassia a spirale IC 342.



Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

Commenti

Post popolari in questo blog

Filmato di una autopsia autentica (solo per chi ha lo stomaco forte)

Perché un numero moltiplicato per zero fa zero?

Insolazione e colpo di calore: i sintomi e i rimedi