Post

Visualizzazione dei post con l'etichetta Racconti di Vario Genere

Passaparola o Viral Marketing per fare conoscere i propri libri

Immagine
Oggi ho pensato: “scrivo qualcosa di virale per far conoscere uno dei miei romanzi di fantascienza. In fondo non dovrebbe essere così difficile avere una buona idea per fare una cosa del genere. Basta una buona idea, una buona idea…”Ma l’idea non mi viene, anche perché il viral marketing non ha regole fisse, non ci sono leggi o formule matematiche o teoremi che permettono di creare la perfetta “reazione a catena” che innesca il “passaparola”.Se l’idea non viene, allora mi sono detto: “Ok, non riesco a pensare a nulla di originale, ma se si tratta di passaparola, di solito come si fa? Come fate voi a fare un normale passaparola?”Di solito si va da una persona e gli si dice: “senti, io ho scritto un romanzo, perché non te lo leggi e poi fai passaparola e lo dici a tutti i tuoi amici e conoscenti ricordandogli di fare passaparola? Le copie del libro le offro io a tutti quelli che se lo vogliono leggere, che ne pensi?”E il tizio ti risponde: “Oh beh, che mi costa? E poi era un po’ di temp…

Scarica gratis i miei romanzi di fantascienza

Immagine
Come alcuni sanno, mi diletto a scrivere racconti e romanzi e nel passato ho scritto due romanzi di fantascienza. A partire da oggi è possibile scaricarli entrambi gratuitamente in formato pdf.InclassificatoDescrizione:Una bambina viene rapita da un misterioso alieno e viene perduta nello spazio. Dopo mille anni di viaggio nella Galassia in stato di ibernazione, viene trovata da uno scienziato del pianeta Tatmanut. Da quel momento comincia l'avventura della dolce Dorine, che viene allevata come un guerriero, ma in lei resta fortissimo il desiderio di trovare il suo pianeta d'origine...Scaricabile gratuitamente a questo indirizzo.Le Due LuneDescrizione:Uno scienziato (un archeologo spaziale), in un remoto pianeta della Galassia, trova un antichissimo manoscritto che racconta una storia ambientata in quello stesso pianeta. La storia narra di due lune nel cielo e di un mondo dominato da terribili e giganteschi esseri che terrorizzano gli umanoidi che vivono pacificamente in una p…

Dimora celeste (racconto)

Immagine
Vi presento un altro mio breve racconto, scritto un numero imprecisato di anni fa, in un momento di profonda analisi interiore ;-)______________Ne ho assaporato l'intima grandezza. Contemplo il cielo e ne serbo qualcosa dentro di me. Mi sono chiesto se è proprio vero che l'anima giace dentro il corpo e l'universo ne resta fuori. La mia sensazione è invece esattamente opposta. Mi sento rivoltato come un guanto, con l'immensità del cielo dentro il mio corpo e la mia anima che vaga all'esterno. Quale vertigine! Penso che si tratti di una situazione oltremodo inquietante, ma mi fa sentire vivo...Il mio sguardo si muove tra le stelle di Orione, lontane come poche menti sanno immaginarsi, adorate da popoli antichi e portatrici di esoterici simboli, poderosi vettori di misteri insondabili. Ne posso raccogliere la luce con le mie pupille. Non è strano? La luce del mondo entra dagli occhi... e resta sempre dentro di noi! Non ci avevo mai pensato, in effetti.Ciò potrebbe dim…

L'intuizione (racconto)

Questo racconto che ho scritto nel 2005, mi è sempre piaciuto. Per quanto pochi siano d'accordo sul fatto che sia veramente bello, io lo adoro per il finale scherzoso :-)______________________________________________Fam Arouet si stava recando nello studio del Direttore del Dipartimento di Ricerca sulle Civiltà Extraterrestri con il cuore in gola. Non sapeva se il Direttore Tomath avrebbe gradito ciò che avrebbe detto, ma non aveva scelta. La verità è il primo dovere di un ricercatore. Tuttavia si sentiva soggiogato da una inquietudine di cui non riusciva a liberarsi.La porta si aprì in fondo al luminoso corridoio e Fam pose lo sguardo dentro lo studio del Direttore arredato in maniera davvero molto moderna, ma senza eccesso; era un ambiente piacevole, come (quasi sempre) il suo umore.Lo fece accomodare con un gesto e un sorriso. Tomath non cambiava mai, Fam lo conosceva da anni, ma nemmeno l'età aveva cambiato la sua natura: poche parole e sorriso affabile.«Sono contento di r…

Romanzo a puntate: L'uomo dalle mani invisibili - settima puntata.

Come mai Guglielmo Cantor ha un simile potere? Andate a leggere... :-)__________________Controllo Superiore“Io ancora non riesco a credere che possa esistere una macchina che permetta di viaggiare fino a Dio. Ho sempre l'impressione che si tratti di una immensa mistificazione, o peggio, di una enorme truffa!” disse Guglielmo, ancora più arrabbiato.
“Tu puoi andartene quando vuoi. Nessuno ti costringe a collaborare. Prima o poi troverò qualcuno che sopravvive alla Torre di Babele. Tu sei curioso, però... te lo leggo negli occhi. Vuoi sapere cosa è questa macchina e non ti fidi di ciò che vedi con i tuoi stessi occhi. Sei ancora convinto che in questi laboratori segreti si faccia qualcosa di losco e provi il desiderio irrefrenabile di scoprire di che si tratta. Non è vero?” disse Gan.
“Da quando riuscite a leggere nel pensiero? La lettura del pensiero è un'altra delle cose che sviluppate in questi laboratori?” disse Guglielmo con greve ironia.
“Può darsi. Tu, dopo avere …

Romanzo a puntate: L'uomo dalle mani invisibili - sesta puntata.

Il nostro protagonista ricorda come se fosse ieri quando vide per la prima volta quel gigantesco e inquietante macchinario...___________________Un passato scomodo.Infine si decise ad incontrarlo. Odiava ammettere che la curiosità lo divorava, ma voleva saper cosa fosse esattamente quella misteriosa macchina. Voleva sapere come funzionasse e, soprattutto SE funzionasse.
Una macchina che permetteva di risalire a Dio non era qualcosa di consueto, quindi Guglielmo si sentiva il dovere di controllare se ci fosse qualcosa di reale o se il progetto Torre di Babele fosse solo una grande mistificazione.
A istinto propendeva più per la seconda ipotesi, ma senza avere toccato con mano non se la sentiva di giungere a conclusioni azzardate.
Quando incontrò di nuovo Gan, lui lo portò in un luogo lontano, segreto, nel bel mezzo di un deserto. Il viaggio avvenne in aereo e poi in elicottero.
Guglielmo non seppe mai di quale deserto si trattasse, ma non fece domande, perché non era interess…

Romanzo a puntate: L'uomo dalle mani invisibili - quinta puntata.

La quinta puntatadell'uomo dalle mani invisibili continua tra presente e ricordi del protagonista. Piano piano comincia ad emergere un passato in cui erano state commesse azioni davvero inquietanti.__________________Gli agenti lo braccavano e anche in strada, in mezzo alla folla, Guglielmo non si sentiva affatto al sicuro.
Troppi sguardi rivolti verso di lui. Si toccò le mani guantate e si sentì più nudo che mai. Sentì un'ondata di vergogna che si impossessava di lui. Tutti avevano le mani normali e solo lui, in tutto il mondo, le aveva trasparenti. Perché solo lui aveva commesso certe colpe.
Corse in una strada piena di negozi sfavillanti e si introdusse in un bar poco affollato. Lì era più vulnerabile, ma doveva sedersi un attimo: era troppo stanco.
In un angolo del bar, seduto ad un tavolino c'era un barbone. Si sentì uguale a lui in tutto e per tutto. Nel giro di pochi giorni sarebbe stato veramente uguale. Per fuggire agli agenti avrebbe dovuto vivere per stra…

Romanzo a puntate: L'uomo dalle mani invisibili - quarta puntata

Ormai siamo alla quarta puntata del romanzo L'uomo dalle mani invisibili. Continuano i ricordi di Guglielmo Cantor, ricordi di avvenimenti davvero strani...______________________“Se avessi ascoltato quella vocina che mi diceva di non farlo... a quest'ora non mi troverei in questo pasticcio” pensò Guglielmo, ripensando a quel primo colloquio con Seriph.
“L'ho disprezzato per mesi, poi sono stato io a cercarlo. Ora mi vergogno di averlo fatto”.
Venne la notte e poi fu di nuovo giorno e Guglielmo si sentiva sempre peggio. Lui si era sempre vantato di non avere mai avuto difetti fisici. Denti perfetti, gambe perfette, fisico asciutto e atletico senza aver mai fatto un solo minuto di palestra. Ora per lui era raccapricciante avere una menomazione come quella che gli era capitata.
“Per questo non esiste una cura... morirò con queste mani e nessuno riuscirà mai a capire perché sono diventate così...”
Andò a lavoro mostrando sempre il solito sorriso di circostanza, ma s…

Romanzo a puntate: L'uomo dalle mani invisibili - terza puntata

Ed eccoci ad un nuovo appuntamento con le avventure di Guglielmo Cantor. In questa terza puntata il nostro misterioso scienziato conosce un uomo davvero particolare..._________________11 ottobre 2088.In una notte serena si possono vedere al massimo circa 3000 stelle, ma quella notte non se ne vedeva nessuna. Un cielo plumbeo incombeva sui visitatori dell'Università di Regenau, fondata nel 2038, per festeggiare il cinquantesimo anniversario.
Guglielmo Cantor si trovava nella sua stanza, in uno degli innumerevoli appartamenti del grande edificio della facoltà.
Non avrebbe mai pensato che per l'anniversario sarebbero intervenute così tante personalità e così tanti curiosi. Lui non era il tipo da occasioni mondane e quindi stava cercando disperatamente di trovare una scusa per non andare alla commemorazione. Ma non aveva alcuna idea.
Tornò al lavoro che lo stava impegnando già da alcuni mesi e osservò divertito la scrivania della sua I.A. Mai c'era stato tanto disordin…