mercoledì 30 settembre 2009

Omaggio all’Astronomia (video)

 

Questi due filmati sono un omaggio ad una delle scienze fisiche più affascinanti: l’astronomia.

I video presentano una serie di bellissime fotografie che riguardano l’astronomia e l’astronautica. Si susseguono foto di pianeti, nebulose, galassie, aurore polari e altre meraviglie.

Nel primo dei filmati potrete notare anche una discussione tra gli astronauti sulla Luna e la base sulla Terra in cui si accenna, misteriosamente, a delle forme di vita… ma di questo ne parlerò in un prossimo post ;-)

 

___________________________________________

Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

 

 

Leggi anche:

La Via Lattea fotografata per intero

Un binocolo davvero gigantesco!

Ai confini del Gruppo Locale di galassie: NGC 3621

Ecco il bolide filmato a Ferrara il 20 giugno 2009

Nuove immagini di Tritone, la maggiore delle lune di Nettuno

L’hamburger di Gomez. Una nebulosa proto-planetaria davvero particolare

Eclissi totale di Sole del 22 luglio 2009, vista da Anji (Cina)

Il 400° anniversario del telescopio di Galileo Galilei

La Luna e Giove con il mio telescopio Newton da 150 mm

Filmato di stelle cadenti dello sciame delle Perseidi

Una notte sotto le stelle a Linera (CT). 10 agosto 2009

Keplero spia il suo primo esopianeta

I 10 telescopi che hanno cambiato la nostra visione dell’Universo

Un modello in scala del Sistema Solare

Tsunami nelle isole Samoa

 

Il 29 settembre 2009 si è verificato un disastroso tsunami (maremoto) nelle isole Samoa.

A causa di una scossa di terremoto di magnitudo 8.3 della scala Richter, si sono alzate ben 5 onde di maremoto alte fino a 10 metri che si sono abbattute sulle coste delle isole Samoa cancellando interi villaggi. Ancora non ci sono immagini o dati ufficiali sul disastro.

Nel video possiamo vedere il servizio del telegiornale di Canale 5.

___________________________________________

Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

 

 

Leggi anche:

11 settembre 2001: sono passati otto anni da quel giorno

E’ morto Mike Bongiorno. Con lui muore un pezzo di storia della televisione Italiana

Ecco cosa farei se vincessi al Superenalotto

Nuovo codice della strada: ecco le principali novità

Esplosione a Viareggio. Deraglia un treno cisterna pieno di gas GPL

Inquinamento. Una serie di foto da rabbrividire

Epidemie di influenza. Ecco la mappa mondiale

Eluana: il campo di battaglia in cui si scontrano le ideologie...

Attenzione alle monete da 50 centesimi di Malta. Si possono confondere con quelle da un Euro!

Ecco alcune foto dei danni della grandinata del 13 settembre a Pedara (CT)

Suor Anna Nobili

Infibulazione. Sono più di 40 i paesi in cui è diffusa la pratica delle mutilazioni sessuali sulle bambine.

Chi dimentica è perduto. Il 24 marzo la ricorrenza dell'eccidio delle Fosse Ardeatine.

martedì 29 settembre 2009

La colonna sonora del film Baarìa (Ennio Morricone)

 

Quella che vi presento si intitola "Sinfonia per Baarìa", brano di apertura e chiusura del capolavoro di Giuseppe Tornatore. La parte finale del pezzo include i titoli di coda, durante i quali si odono le voci di alcune personalità, tra le quali Renato Guttuso e Dacia Maraini.

La musica è stata composta da Ennio Morricone e anche ad un primo superficiale ascolto riusciamo a riconoscere il capolavoro. Ricordiamo che Morricone recentemente ha ricevuto l’Oscar alla carriera (25 febbraio 2007), ma dopo aver ascoltato questo brano non possiamo fare a meno di pensare che anche stavolta si meriterebbe l’Oscar!

_____________________________________________________________

Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

 

 

Leggi anche:

>> Paco de Lucia – Entre dos Aguas (video completo)

>> David Gilmour suona Marooned in occasione del 50° anniversario della Fender Stratocaster

>> Carlos Santana – Samba Pa Ti (video)

>> Mike Oldfield – Moonlight Shadow (Video, Testo e Traduzione)

>> Sonata Chiaro di Luna di Beethoven

>> La Baronessa di Carini

>> Hotel California – Eagles (video, testo e traduzione)

>> Comfortably Numb. Pink Floyd – The Wall (video, testo e traduzione)

>> Malika Ayane – Come Foglie (video e testo)

>> Elio e le Storie Tese – Servi della Gleba (video e testo)

>> Pink Floyd – Another Brick in the Wall – The Wall (video e testo)

>> Riccardo Cocciante – Notre Dame de Paris – Bella (Video, testo)

>> Evanescence – Everybody’s fool – video, testo e traduzione

Il vulcano Anak Krakatoa in eruzione

 

Questa esplosione sul cratere del vulcano Anak Krakatoa (sorto sulla caldera del vulcano Krakatoa) ha lanciato in mare rocce del diametro di 1 metro. L’onda d’urto si propaga sui fianchi del vulcano producendo una nube di polveri. La parte più alta del pennacchio di cenere arriva ad un’altezza di oltre 2 chilometri. Chi ha realizzato il filmato afferma che questa esplosione si è percepita ad una distanza di 3000 chilometri, come quella del Krakatoa nel 1883 e che la barca si è capovolta quando l’onda d’urto l’ha raggiunta dieci minuti dopo. L’affermazione è forse un po’ difficile da credere, perché l’entità dell’esplosione non sembra poi così catastrofica. Resta comunque un fenomeno spettacolare.

_____________________________________________________________

Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

 

 

Leggi anche:

>> I vulcani (video documentario)

>> I fondali vulcanici di Panarea (video documentario)

>> Lago di lava nel cratere del vulcano Nyiragongo

>> Il figlio di Krakatoa in eruzione

>> Le meraviglie dell’Etna

>> L’eruzione del vulcano Redoubt vista dal satellite

>> Krakatoa 1883: una delle più grandi eruzioni vulcaniche conosciute

>> L'ultima eruzione del Vesuvio: marzo 1944

>> Nel 1815, l'eruzione del vulcano Tambora, provocò la scomparsa di una lingua e imponenti cambiamenti climatici.

>> Il più grande vulcano d'Europa si trova sotto la superficie del mare e si chiama Marsili.

>> L'Eruzione del Vesuvio del 79 dopo Cristo, la più famosa del mondo. In questo articolo una ricostruzione degli eventi più salienti

>> Com'è nato l'Etna, il vulcano più attivo in Europa. Una storia complessa e avvincente cominciata 700000 anni fa...

Guerra dei browser: Internet Explorer continua il suo lento declino.

 

Da uno studio apparso sul sito Arstechnica, si evince che il lento declino del browser della Microsoft, Internet Explorer, continua il suo lento, ma inesorabile, declino. Incalzato da altri browser come Firefox, Opera, il nuovo Google Chrome, e il veloce Safari.

Nel grafico possiamo vedere le percentuali dei browser più usati secondo le statistiche raccolte nel mese di agosto 2009.

Possiamo vedere come Internet Explorer è sceso al 66,97% contro il 67,68% del mese di luglio, con una diminuzione del 0,71% in un solo mese. Firefox invece passa dal 22,47% del mese di luglio al 22,98% di agosto, con un aumento del 0,51%.

Un cambiamento di queste proporzioni di gradimento tra browser potrebbe cambiare nel mese di ottobre 2009 in occasione dell’uscita del sistema operativo Windows 7 della Microsoft che, per default, integra il browser Internet Explorer versione 8.0. In ogni caso sembra difficile che le cose possano cambiare significativamente, perché attualmente anche le altre versione di Internet Explorer vengono usate perché sono integrate nei sistemi operativi Microsoft.

__________________________

Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

 

 

Leggi anche:

>> Le 10 regole per l’e-commerce

>> Scaricare i video da YouTube: ecco i 10 migliori siti

>> Blogger narcisista? Guardate cosa ho fatto io!

>> Guadagno online. I blog che non dicono nulla

>> Un milione di pagine visitate in questo blog!

>> Le migliori banche online. La classifica delle prime 10.

>> Sesso e amore hanno la stessa importanza?

>> Codice fiscale. Tutti i migliori siti dove si può calcolare.

>> Imparare a usare il computer è necessario

>> Internet alienante? Eppure mi ha insegnato a fare il nodo alla cravatta...

>> 10000 modi per evere 5 visitatori al giorno. Ops! Volevo dire: 5 modi per avere...

>> Google. 225 miliardi di dollari di capitale e detiene meno dello 0,02% delle informazioni mondiali.

lunedì 28 settembre 2009

Spettacolari fotografie aeree con aeromodelli

 

Openflight.it è il sito internet di due insegnanti con la passione degli aeromodelli. Hanno avuto una grande idea: unire la versatilità degli aeromodelli con la potenza delle moderne fotocamere digitali. Occorre considerare che gli aeromodelli più moderni sono in grado di volare per grandi distanze e di atterrare in spazi molto ridotti. Questo li rende molto più convenienti rispetto alle riprese fotografiche e filmate realizzate con veri aerei, oltre ad avere un basso impatto ambientale e un costo considerevolmente più ridotto.

I due insegnanti hanno fatto in modo che i loro aeromodelli siano in grado di decollare ed atterrare in qualsiasi luogo e con le condizioni metereologiche più avverse. Le loro missioni di volo vengono pianificate nei dettagli, studiando a priori i passaggi e le traiettorie, non viene lasciato nulla al caso, in questo modo riescono ad effettuare missioni molto impegnative come quelle realizzate in cima all'Etna, o durante gli incendi…

Le foto ottenute sono davvero di qualità, come possiamo vedere negli esempi presentati di seguito:

Il Cratere Centrale dell’Etna.

 

Foce del Simeto (CT)

 

San Vito lo Capo (PA)

__________________________________

Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

 

 

Leggi anche:

>> Il caso e l’origine della vita

>> Einstein spiega la sua famosa formula E=mc²

>> Superstizione e Jella. La superstizione porta sfortuna.

>> Gli effetti della cocaina (video documentario)

>> La fine del mondo nel 2012? Può succedere veramente o no?

>> Le onde giganti esistono veramente

>> Che cosa sono le conchiglie

>> E’ stato realizzato il primo processore quantistico!

>> Tutti i tipi di fulmini

>> Nel 2013 i supercomputer saranno in grado di simulare il cervello umano

>> Forza gravitazionale e forza elettrostatica: analogie e differenze

>> I terremoti più forti del mondo a partire dal 1900

>> Teorema di Pitagora. Ecco come impararlo facilmente

>> Le teorie scientifiche che hanno cambiato la nostra visione del mondo

Una turbina eolica in PVC

 

Questa interessante turbina eolica è stata realizzata in maniera davvero notevole da un appassionato. Le pale hanno un diametro di 2,2 metri e sono fatte in PVC. Nel filmato ne possiamo osservare il funzionamento, insieme ad altri dettagli costruttivi sia della turbina, sia dell’impianto elettrico a cui è collegata. Si tratta di una turbina eolica ad asse orizzontale ed è in funzione a Pescara a partire già dal 16 febbraio del 2008.

Il sistema di controllo della turbina eolica è costituito da un circuito montato in una scatola sistemata nella torre della turbina. Questo circuito controlla voltaggio, corrente elettrica e giri al minuto della pala in tempo reale e manda i dati attraverso un modulo wireless direttamente al computer che li mostra sullo schermo. I dati vengono conservati in un database MySQL per essere analizzati in seguito.

_____________________________________________________________

Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

 

 

Leggi anche:

>> Turbine eoliche tra due grattacieli

>> Come costruire una turbina eolica economica

>> Un impianto eolico galleggiante in Norvegia

>> I vantaggi delle turbine eoliche ad asse verticale

>> Una turbina eolica fai da te ricavata da un ruota di bicicletta!

>> Il potere del vento. Minieolico: generatore eolico ad asse orizzontale autocostruito.

>> Come costruire una turbina eolica con semplici mezzi

>> Un impianto eolico domestico che si può installare sulla terrazza

>> Eolico fai da te dalla A alla Z. Il video del processo di autocostruzione di una turbina eolica

>> Turbina eolica ad asse verticale: come costruirne una con semplici mezzi e costi bassissimi

>> Energia eolica fai da te

>> Turbina eolica ad asse verticale costruita con semplici mezzi (video)

>> Turbina eolica nel giardino di casa

>> Una turbina eolica in casa con un alternatore di un’automobile!

Minimo comune multiplo

 

La nozione di minimo comune multiplo (abbreviato in m.c.m.) è molto importante nello studio della matematica, perché permette, ad esempio, di poter calcolare la somma algebrica di due o più frazioni con denominatore diverso. In questo filmato possiamo vedere una spiegazione completa del minimo comune multiplo a partire dalla nozione di numero primo, la scomposizione di un numero in fattori primi e infine il minimo comune multiplo vero e proprio.

_____________________________________________________________

Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

 

 

Leggi anche:

>> Talete, il primo vero matematico

>> l primi architetti della storia

>> Pitagora e la Scuola pitagorica

>> Erone, matematico e inventore

>> Nasce la statistica

>> I numeri negativi: finti e assurdi

>> La scoperta dei numeri irrazionali

>> La formula di Erone

>> Matematica: prodotti notevoli

>> La Teoria delle Stringhe (video documentario)

>> Definizione di seno e coseno di un angolo (video lezione)

>> Il principio di Archimede

>> E = mc²: la formula fisica più famosa della storia

>> Teorema di Pitagora. Ecco come impararlo facilmente

domenica 27 settembre 2009

Non sottovalutare il lato oscuro del cagnolino!

 

Qualcuno si è passato il tempo di vestire un cane con un costume di Dart Fener (o Vader). Il cane non sembra molto contento. Speriamo che non abbia gli stessi poteri del personaggio che rappresenta, altrimenti il padrone sarà già soffocato! ;-)

_______________________________________

Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

 

 

Leggi anche:

>> Neon Genesis Evangelion – opening title

>> Scarica gratis i miei romanzi di fantascienza

>> Il bacio che non ti ho dato

>> Tanto scappo lo stesso. Romanzo di una matta.

>> Il booktrailer del romanzo di fantascienza Le Due Lune

>> I tre libri che ho scritto

>> Due romanzi di fantascienza nati dalla fantasia di un autore italiano (che sarei io...). Ogni tanto vi rompo le palle!

>> Tra costellazioni e misteri, l'esordio di un nuovo scrittore.

>> Le Due Lune

>> Inclassificato: una trilogia che vi farà sognare.

>> I grandi autori di fantascienza: Isaac Asimov, l'inventore del termine "robotica".

>> Dylan Dog, l'investigatore dell'occulto, un successo straordinario che dura da più di 20 anni.

>> Le saghe fantasy

La Via Lattea fotografata per intero

 

Questa stupenda immagine della nostra galassia, la Via Lattea, è stata ottenuta da un collage di numerose fotografie. L’immagine, che è stata realizzata dal Gigagalaxy Zoom Project, un progetto dell’ESO, è ottenuta dall’unione di molte immagini che sono state raccolte in diversi mesi tra il 2008 e il 2009 da alcune posizioni geografiche che vantano il cielo migliore del mondo, come il deserto di Atacama (nell’emisfero Sud) e le isole Canarie (nell’emisfero Nord). Questa visione di insieme ha una ampiezza di 180 per 360 gradi.

Il risultato finale è davvero incredibile. Un disco sottile di stelle con una fascia equatoriale frastagliata di polveri e gas e con un ispessimento centrale in corrispondenza del nucleo. In basso a destra le due piccole macchie sono le galassie satelliti della Via Lattea: la Grande e la Piccola Nube di Magellano.

(clicca sull’immagine per vederla ingrandita)

______________________________________

Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

 

 

Leggi anche:

>> Un binocolo davvero gigantesco!

>> Ai confini del Gruppo Locale di galassie: NGC 3621

>> Ecco il bolide filmato a Ferrara il 20 giugno 2009

>> Nuove immagini di Tritone, la maggiore delle lune di Nettuno

>> L’hamburger di Gomez. Una nebulosa proto-planetaria davvero particolare

>> Impatto su Giove il 19 luglio 2009

>> Eclissi totale di Sole del 22 luglio 2009, vista da Anji (Cina)

>> Il 400° anniversario del telescopio di Galileo Galilei

>> La Luna e Giove con il mio telescopio Newton da 150 mm

>> Filmato di stelle cadenti dello sciame delle Perseidi

>> Una notte sotto le stelle a Linera (CT). 10 agosto 2009

>> Keplero spia il suo primo esopianeta

>> I 10 telescopi che hanno cambiato la nostra visione dell’Universo

>> Un modello in scala del Sistema Solare

Talete, il primo vero matematico


Intorno al II millennio a.C. le civiltà egizia e babilonese sono in declino e lentamente nasce una nuova civiltà, la civiltà ellenica, che diventerà la grande civiltà greca.
Il primo passo di questa nascente civiltà è quello di assimilare le varie conoscenze dei popoli con cui viene a contatto, in particolare Babilonesi, Egizi, Sumeri e Fenici. Intorno al VII secolo a.C. la geometria è ancora una scienza primitiva e poco precisa, ma fa il suo ingresso nella storia il primo vero matematico, Talete di Mileto.
Della vita di Talete si sa ben poco: la sua data di nascita, 624 a.C., e la sua nazionalità sono incerte. Nato da nobili e ricchi genitori, inizialmente fa il commerciante, un'attività che gli permette di diventare ricco e soprattutto di intraprendere molti viaggi, alcuni dei quali in Egitto. La sua attività e i molti viaggi gli permettono ai stabilire relazioni commerciali con gli altri popoli, presso i quali allarga le sue conoscenze e il suo pensiero. Si interessa a tutto; infatti studia le diverse tendenze culturali, politiche e scientifiche e diventa un esperto commerciante, politico e scienziato. Lo affascinano gli studi geometrici e in Egitto scopre come misurare l'altezza delle piramidi e la distanza delle navi nel mare. Calcola l'altezza delle piramidi sfruttando la conoscenza delle similitudini:
"Quando l'ombra del mio corpo è uguale all'altezza del mio corpo", disse Talete, "misurate l'ombra della piramide, sarà uguale alla sua altezza".
Fonda la geometria deduttiva, fa altre importanti scoperte e dà alla geometria un ordine e una ragione logica che ne fanno un insieme ordinato e logicamente coerente di conoscenze: è il primo passo verso la trasformazione della geometria in scienza. A differenza dei suoi maestri, decide di divulgare le proprie conoscenze; è di Talete il primo trattato di geometria, il libro che trasforma ufficialmente la geometria in una scienza logica e coerente.

____________________________________________

Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

 

 

Leggi anche:

>> l primi architetti della storia

>> Pitagora e la Scuola pitagorica

>> Erone, matematico e inventore

>> Nasce la statistica

>> Baratto, monete e mercanti

>> I numeri negativi: finti e assurdi

>> La scoperta dei numeri irrazionali

>> La formula di Erone

>> Matematica: prodotti notevoli

>> La Teoria delle Stringhe (video documentario)

>> Definizione di seno e coseno di un angolo (video lezione)

>> Il principio di Archimede

>> E = mc²: la formula fisica più famosa della storia

>> Teorema di Pitagora. Ecco come impararlo facilmente

sabato 26 settembre 2009

Il caso e l’origine della vita

 

Poniamoci una semplice domanda: nelle condizioni della Terra di 4 miliardi di anni fa, che probabilità c’erano che nascesse la vita?

La risposta “la vita era inevitabile perché noi siamo qui” non è una vera risposta. E’ ovvio la vita ha avuto origine e la nostra stessa esistenza è qui a dimostrarlo. Ma doveva necessariamente avere origine? In altri termini, la nascita della vita, da un brodo chimico o da qualunque cosa fosse, era inevitabile purché passassero milioni di anni?

Nessuno conosce la risposta. L’origine della vita può essere stata un puro e semplice colpo di fortuna, il frutto fortuito di un processo chimico straordinariamente improbabile, un evento così inverosimile che non capiterà mai una seconda volta nell’intero Universo. Oppure potrebbe essere stata un evento banale e predeterminato come la crescita di un cristallo di sale. Come facciamo a sapere quel è la visione giusta?

La vita sulla Terra si basa su una serie di molecole molto complesse, con strutture accuratamente modellate. Anche negli organismi più semplici il DNA contiene milioni di atomi e la loro esatta sequenza è cruciale. Non si può avere una sequenza casuale, perché il DNA è il “manuale di istruzioni” in base al quale si sviluppa l’organismo. E’ sufficiente cambiare pochi atomi perché la struttura dell’intero organismo sia a rischio. Se ne cambiamo troppi, l’organismo non si forma affatto.

La situazione è simile alla sequenza di parole di un romanzo. Se si cambia qualche parola a caso qua e là, è facile che il testo ne esca stravolto. Se si rimescolano tutte le parole, con ogni probabilità quello che viene fuori non è più un romanzo.

Esisteranno altri romanzi con parole simili in combinazioni diverse, ma l’insieme delle sequenze di parole che riconosciamo come romanzi è una frazione infinitesimale di tutte le sequenze di parole possibili.

La vita, come la conosciamo oggi, richiede centinaia di migliaia di proteine specializzate, per non parlare degli acidi nucleici. La probabilità contrarie alla sintesi puramente casuale delle sole proteine sono circa 1040000. Ciò significa 1 seguito da 40000 zeri, un numero che, scritto per esteso, occuperebbe quasi 100 pagine di un libro.

Al confronto, ottenere un poker 1000 volte di seguito, sarebbe veramente un gioco da ragazzi!

E’ nota l’osservazione dell’astronomo Fred Hoyle, secondo cui le probabilità che un processo spontaneo metta insieme un essere vivente sono analoghe a quelle che una tromba d’aria, spazzando un deposito di robivecchi, produca un Boeing 747 perfettamente funzionante!

Nell’universo osservabile ci sono moltissime stelle, almeno 10 miliardi di miliardi, ma questo numero, per quanto gigantesco possa sembrare, è di una piccolezza insignificante rispetto alle immani probabilità contrarie all’assemblaggio casuale anche di una semplice molecola proteica.

L’universo può essere grande, ma se la vita è davvero nata dall’agitazione casuale di un robivecchi molecolare, ci sono ben magre possibilità che si sia verificata due volte.

In conclusione si potrebbe dire anche che non è detto che la vita sia un processo casuale. Proprio pensando a questa eventualità, gli scienziati, ormai da vari decenni, stanno tentando di capire se la vita può essere considerata come un normale processo fisico che si manifesta ogni volta che si verificano le condizioni adatte.

Questa è sicuramente una delle più grandi sfide che la scienza dovrà affrontare nei prossimi decenni.

_______________________________________

Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

 

 

Leggi anche:

>> Einstein spiega la sua famosa formula E=mc²

>> Superstizione e Jella. La superstizione porta sfortuna.

>> Gli effetti della cocaina (video documentario)

>> Un perfetto astronauta: il batterio D. rad (Deinococcus radiodurans)

>> La fine del mondo nel 2012? Può succedere veramente o no?

>> Le onde giganti esistono veramente

>> Che cosa sono le conchiglie

>> E’ stato realizzato il primo processore quantistico!

>> Tutti i tipi di fulmini

>> Nel 2013 i supercomputer saranno in grado di simulare il cervello umano

>> Forza gravitazionale e forza elettrostatica: analogie e differenze

>> I terremoti più forti del mondo a partire dal 1900

>> Teorema di Pitagora. Ecco come impararlo facilmente

>> Le teorie scientifiche che hanno cambiato la nostra visione del mondo

venerdì 25 settembre 2009

Turbine eoliche tra due grattacieli

 

Le tre turbine eoliche nel filmato sono state costruite per funzionare sfruttando le correnti che si formano tra due grattacieli. Questa interessante realizzazione per lo sfruttamento dell’energia eolica è stata sviluppata in Danimarca, a Copenaghen. L’edificio che vediamo, e in cui sono armoniosamente integrate le turbine eoliche, è il World Trade Center a Manama, capitale dell’emirato arabo del Bahrein.

Queste turbine eoliche saranno una preziosa fonte di energia pulita e genereranno 1300 megawattora di elettricità all’anno che è l’equivalente di 2 milioni di tonnellate di carbone o di 6 milioni di barili di petrolio. Le turbine sono in grado, in questo modo, di produrre il 15% dell’energia che consumano i due edifici.

L’integrazione dei generatori eolici negli edifici sarà un passo indispensabile per una nuova visione del consumo energetico. Nel caso illustrato nel filmato possiamo vedere che l’integrazione è stata portata avanti anche dal punto di vista estetico.

Nei due edifici (alti 240 metri), che ricordano la forma di una vela (con un riferimento diretto al vento, quindi), trovano posto svariati negozi, ristoranti, uffici e persino un albergo a 5 stelle.

_____________________________________________________________

Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

 

 

Leggi anche:

>> Come costruire una turbina eolica economica

>> Un impianto eolico galleggiante in Norvegia

>> I vantaggi delle turbine eoliche ad asse verticale

>> Una turbina eolica fai da te ricavata da un ruota di bicicletta!

>> Il potere del vento. Minieolico: generatore eolico ad asse orizzontale autocostruito.

>> Come costruire una turbina eolica con semplici mezzi

>> Un impianto eolico domestico che si può installare sulla terrazza

>> Eolico fai da te dalla A alla Z. Il video del processo di autocostruzione di una turbina eolica

>> Turbina eolica ad asse verticale: come costruirne una con semplici mezzi e costi bassissimi

>> Energia eolica fai da te

>> Turbina eolica ad asse verticale costruita con semplici mezzi (video)

>> Turbina eolica nel giardino di casa

>> Una turbina eolica in casa con un alternatore di un’automobile!

Un binocolo davvero gigantesco!

 

Questo gigantesco strumento non è propriamente un binocolo, ma è un “binoscopio”, cioè un ibrido tra un telescopio e un binocolo. Per essere precisi è uno strumento ottico ricavato unendo la visione da due telescopi distinti.

L’astrofilo appassionato che l’ha autocostruito ha impiegato tre anni per realizzarlo e, anche se non è del tutto completo, è già operativo.

Gli specchi dei due telescopi hanno un diametro di 400 mm e una focale di 1900 mm. La montatura altazimutale è motorizzata in entrambi gli assi e permette l’inseguimento degli oggetti astronomici nel loro moto diurno. Inoltre anche la messa a fuoco e la distanza tra gli oculari è motorizzata ed è possibile memorizzare le impostazioni per 32 utenti diversi.

Questo binoscopio ha una massa davvero notevole: oltre i 200 kg. Per trasportarlo occorre usare un carrello (come vediamo all’inizio del filmato) e bisogna stare attenti agli sforzi muscolari che si compiono.

Ovviamente possiamo immaginare che l’osservazione astronomica con uno strumento del genere sia, a dir poco, favolosa! :-)

_____________________________________________________________

Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

 

 

Leggi anche:

>> Ai confini del Gruppo Locale di galassie: NGC 3621

>> Ecco il bolide filmato a Ferrara il 20 giugno 2009

>> Nuove immagini di Tritone, la maggiore delle lune di Nettuno

>> L’hamburger di Gomez. Una nebulosa proto-planetaria davvero particolare

>> Impatto su Giove il 19 luglio 2009

>> Le due lune del 27 agosto

>> Eclissi totale di Sole del 22 luglio 2009, vista da Anji (Cina)

>> Il 400° anniversario del telescopio di Galileo Galilei

>> La Luna e Giove con il mio telescopio Newton da 150 mm

>> Filmato di stelle cadenti dello sciame delle Perseidi

>> Una notte sotto le stelle a Linera (CT). 10 agosto 2009

>> Keplero spia il suo primo esopianeta

>> I 10 telescopi che hanno cambiato la nostra visione dell’Universo

>> Un modello in scala del Sistema Solare

Paco de Lucia – Entre dos Aguas (video completo)

 

Paco de Lucia è uno dei più grandi chitarristi di flamenco. E’ stato un bambino prodigio, visto che ha cominciato ad esibirsi a soli 11 anni. Nella sua lunga carriera Paco de Lucia ha inciso molti dischi ed ha lavorato insieme ad altri chitarristi di fama mondiale come Al Di Meola e John McLaughlin.

In questo filmato, risalente al 1976, possiamo vedere Paco de Lucia in una straordinaria interpretazione del brano “Entre dos aguas”, facente parte dell’album omonimo.

Si tratta di un brano ricco di virtuosismi in cui il chitarrista riesce ad esprimere tutte le sue capacità. Ci troviamo di fronte ad una interpretazione davvero ai massimi livelli, assolutamente da non perdere ;-)

Buon ascolto.

_____________________________________________________________

Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

 

 

Leggi anche:

>> David Gilmour suona Marooned in occasione del 50° anniversario della Fender Stratocaster

>> Carlos Santana – Samba Pa Ti (video)

>> Mike Oldfield – Moonlight Shadow (Video, Testo e Traduzione)

>> Sonata Chiaro di Luna di Beethoven

>> Uriah Heep – Salisbury

>> La Baronessa di Carini

>> Hotel California – Eagles (video, testo e traduzione)

>> Comfortably Numb. Pink Floyd – The Wall (video, testo e traduzione)

>> Malika Ayane – Come Foglie (video e testo)

>> Elio e le Storie Tese – Servi della Gleba (video e testo)

>> Pink Floyd – Another Brick in the Wall – The Wall (video e testo)

>> Riccardo Cocciante – Notre Dame de Paris – Bella (Video, testo)

>> Evanescence – Everybody’s fool – video, testo e traduzione

giovedì 24 settembre 2009

Neon Genesis Evangelion – opening title

 

Definire Neon Genesis Evangelion un “anime” di argomento fantascientifico sarebbe a dir poco riduttivo. Sin dal 1995, anno di nascita di questo famosissimo anime, innumerevoli schiere di ammiratori hanno affermato che si tratta del migliore prodotto della creatività giapponese in fatto di anime.

La narrazione può essere letta con diverse chiavi di interpretazione ed è ricca di simbolismi esoterici che richiamano la Kabbalah e la Bibbia. Inoltre il finale, molto complesso, lascia aperte molte interpretazioni diverse.

La storia ha inizio nell'anno 2000 quando un gigantesco asteroide cade in Antartide. In realtà si tratta di un gigantesco organismo vivente chiamato Adam, il primo "Angelo", ed è il segno di un "avvertimento" per l'intera razza umana. Gli scienziati cercano di studiare quello strano essere, ma i loro esperimenti portano alla venuta del secondo Angelo e quindi al "Secondo Impatto" sull'Antartide. Il cataclisma ha proporzioni gigantesche. Il continente di ghiaccio si riduce in mille pezzi, l'asse terrestre si sposta e il calore provocato dall'esplosione è così intenso che il ghiaccio dell'Antartide si scioglie provocando un'inondazione sull'intera superficie del pianeta: le acque inghiottono le città costiere, la Terra è sconvolta da terremoti e da ogni altro genere di calamità naturale. Il genere umano ha sfiorato l'estinzione.

Su questa visione catastrofica di innesta la storia di un ignaro adolescente, il quattordicenne Shinji Ikari, che invece sarà fondamentale nella lotta dell’umanità contro gli “angeli”.

Anche io ho avuto la fortuna di vedere questo anime e, come molti, ne ho potuto apprezzare l’alta qualità delle scene e la profondità e il fascino della trama. Lo considero un vero capolavoro e lo consiglio vivamente a tutti coloro che sono appassionati di fantascienza.

In questo filmato possiamo vedere la sigla iniziale (notate, per breve tempo, la comparsa della rappresentazione di un albero Sefirotico).

_____________________________________________________________

Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

 

 

Leggi anche:

>> Scarica gratis i miei romanzi di fantascienza

>> Il bacio che non ti ho dato

>> Tanto scappo lo stesso. Romanzo di una matta.

>> Il booktrailer del romanzo di fantascienza Le Due Lune

>> I tre libri che ho scritto

>> Due romanzi di fantascienza nati dalla fantasia di un autore italiano (che sarei io...). Ogni tanto vi rompo le palle!

>> Tra costellazioni e misteri, l'esordio di un nuovo scrittore.

>> Le Due Lune

>> Inclassificato: una trilogia che vi farà sognare.

>> I grandi autori di fantascienza: Isaac Asimov, l'inventore del termine "robotica".

>> Dylan Dog, l'investigatore dell'occulto, un successo straordinario che dura da più di 20 anni.

>> Le saghe fantasy

mercoledì 23 settembre 2009

Lego Technic. Una meravigliosa scavatrice Lego completamente motorizzata e telecomandata.

 

Questa scavatrice realizzata con pezzi del Lego Technic, è completamente motorizzata. Si possono vedere ben 5 funzioni motorizzate che rendono i suoi movimenti il più possibile realistici. Questa stupenda “opera” Lego Technic, è telecomandata mediante raggi infrarossi ed è gestita tramite PC mediante software e hardware dedicati.

_____________________________________________________________

Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

 

 

Leggi anche:

>> Lego Technic. Motore Lego pneumatico 8 cilindri a V da 1000 giri!

>> Lego Technic. Uno stupendo montacarichi

>> Lego Technic. Una collezione dal 1980 ad oggi (video)

>> Veicolo Lego Technic a 8 ruote motrici

>> Un bulldozer Lego robotizzato con il Lego Mindstorms NXT

>> Locandine di film famosi realizzate con il Lego

>> Lego. Modello della nave da battaglia Yamato

>> Come nasce una città Lego

>> Lego Technic. 4 ore di costruzione in 4 minuti di filmato

>> Video di una città Lego

>> Spostare un carico di 45 Kg con mezzi di trasporto Lego!

>> Una meravigliosa città LEGO di giorno e di notte

>> 10 immagini di realizzazioni Lego davvero incredibili!

Come oscilla un pendolo su Giove? (filmato)

In questo filmato possiamo vedere una bella rappresentazione di come cambia il periodo di oscillazione di un pendolo semplice in vari corpi ...