venerdì 31 luglio 2009

Uriah Heep – Salisbury

 

Salisbury è un brano rock davvero monumentale. Il brano dà il nome all’album del 1971 del complesso rock degli Uriah Heep.

Più che un brano è una vera e propria suite che il complesso suona insieme ad una orchestra formata da 24 elementi. La durata totale è di circa 16 minuti.

E’ un pezzo musicale pieno di soprese, variazioni, cambiamenti di ritmo, pause e riprese improvvise, stili che si alternano e che non annoia mai. Da ascoltare assolutamente!

 

_____________________________________________________________

Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

 

 

Leggi anche:

>> Immortale Mozart. Sinfonia n. 40 K550

>> Tributo a Michael Jackson – Bad (video, testo e traduzione)

>> Un video assolutamente da vedere. Chiudete gli occhi e vi sembrerà di essere sotto ad un vero temporale.

>> La Baronessa di Carini

>> Dire Straits – Brothers in arms (Video, testo e traduzione)

>> Hotel California – Eagles (video, testo e traduzione)

>> Comfortably Numb. Pink Floyd – The Wall (video, testo e traduzione)

>> Malika Ayane – Come Foglie (video e testo)

>> Elio e le Storie Tese – Servi della Gleba (video e testo)

>> Video Led Zeppelin – Dazed and Confused – testo e traduzione

>> Pink Floyd – Another Brick in the Wall – The Wall (video e testo)

>> Riccardo Cocciante – Notre Dame de Paris – Bella (Video, testo)

>> Evanescence – Everybody’s fool – video, testo e traduzione

mercoledì 29 luglio 2009

Un bulldozer Lego robotizzato con il Lego Mindstorms NXT

 

Realizzare un modello realistico di un mezzo meccanico con il Lego è già un sogno meraviglioso, ma realizzarlo persino in grado di muoversi autonomamente è davvero il massimo.

E’ proprio quello che ha fatto l’autore di questo video. Facendo uso del Lego Mindstorms NXT è riuscito a trasformare uno statico modello di bulldozer in un fantastico robot automatico. Come si può vedere è in grado di esplorare l’ambiente circostante con il suo sensore ad ultrasuoni e può decidere le azioni da fare.

Davvero spettacolare!

Ma la cosa più spettacolare è che è stato realizzato da un bambino di soli 11 anni. Complimenti veramente per l’ingegno dimostrato :-)

_____________________________________________________________

Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

 

 

Leggi anche:

>> Sbarco sulla Luna

>> Lego mindstorms. Un dispenser della carta igienica!

>> Locandine di film famosi realizzate con il Lego

>> Lego. Modello della nave da battaglia Yamato

>> Astronave Lego

>> Come nasce una città Lego

>> Lego Technic. 4 ore di costruzione in 4 minuti di filmato

>> Video di una città Lego

>> Spostare un carico di 45 Kg con mezzi di trasporto Lego!

>> Una meravigliosa città LEGO di giorno e di notte

>> 10 immagini di realizzazioni Lego davvero incredibili!

>> Cosa si può fare con gli omini Lego! Guardate questi filmati davvero incredibili...

>> Costruzioni Lego, che passione!

lunedì 27 luglio 2009

Lago di lava nel cratere del vulcano Nyiragongo

 

Uno dei fenomeni vulcanici più spettacolari e inquietanti è il “lago di lava”. Attualmente sono molto pochi (solo 5) i vulcani nel mondo che presentano questo tipo di attività persistente.

In questo caso possiamo vedere l’attività nel 2002 del lago di lava del vulcano Nyiragongo, situato nella Repubblica Democratica del Congo, sul lato occidentale della Rift Valley.

Il lago di lava presente nel suo cratere, fu scoperto dall'esploratore tedesco Adolf von Gotzen nel 1894. Il 10 gennaio 1977 un crollo delle pareti del cratere provocò una colata di lava che, alla velocità di 100 km/h, uccise più di 50 persone. Il lago tornò a formarsi nel 1982 e una nuova colata nel 2002 invase la città di Goma ed altri 14 villaggi vicini.

_____________________________________________________________

Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

 

 

Leggi anche:

>> Il figlio di Krakatoa in eruzione

>> Onda d’urto di un’eruzione vulcanica

>> Le meraviglie dell’Etna

>> L’eruzione del vulcano Redoubt vista dal satellite

>> Lava dall'oceano

>> Krakatoa 1883: una delle più grandi eruzioni vulcaniche conosciute

>> L'ultima eruzione del Vesuvio: marzo 1944

>> Nel 1815, l'eruzione del vulcano Tambora, provocò la scomparsa di una lingua e imponenti cambiamenti climatici.

>> Il più grande vulcano d'Europa si trova sotto la superficie del mare e si chiama Marsili.

>> L'Eruzione del Vesuvio del 79 dopo Cristo, la più famosa del mondo. In questo articolo una ricostruzione degli eventi più salienti

>> Com'è nato l'Etna, il vulcano più attivo in Europa. Una storia complessa e avvincente cominciata 700000 anni fa...

venerdì 24 luglio 2009

iBum, la poltrona fotocopiatrice

 

Questa poltrona ha una capacità particolare, come potete ben vedere. Riesce a fotocopiare il vostro posteriore. Attenzione a cosa indossate prima di sedervi! ;-)

Naturalmente è una invenzione giapponese (che non sono nuovi a questo tipo di invenzioni bizzarre) ma è prodotta da Apple. L’inventore, Tomomi Sayuda ha detto: "Il culo è la finestra dell'anima."

Una volta si diceva che “gli occhi sono lo specchio dell’anima”, adesso si è scesi un po’ più in basso ;-)

_____________________________________________________________

Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

 

Technorati Tag:

 

Leggi anche:

>> Il vero Cavaliere Oscuro!

>> Il legame più intenso tra padre e figlio è la Forza!

>> Ecco come si possono utilizzare le bottiglie vuote

>> La sveglia più efficace del mondo!

>> Megan Fox e il suo romantico ammiratore

>> La foto di un sopravvissuto all’influenza suina

>> Ecco perché i coreani sono così geniali in matematica!

>> Un reggiseno innovativo

>> Step e cyclette per guardare la televisione

>> Sasso batte forbici, forbici batte carta, carta batte sasso... ma non in questo caso!

>> Anche una mantide religiosa ha diritto ad un momento di riposo...

>> Le parole non possono descrivere questa immagine

>> Volete sapere come fanno i medium a fare volare un tavolo? Guardate questo filmato!

mercoledì 22 luglio 2009

Eolico fai da te dalla A alla Z. Il video del processo di autocostruzione di una turbina eolica

 

L’eolico domestico e l’eolico fai da te si stanno diffondendo sempre più in Italia. Questo video illustra in maniera rapida, cosa è in grado di fare un buon artigiano riguardo all’energia eolica.

La turbina eolica realizzata ha un diametro di 3,6 metri e una produzione di circa 1000 watt.

_____________________________________________________________

Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

 

 

Leggi anche:

>> Windspire: una interessante turbina eolica ad asse verticale

>> Enercon E-126. La turbina eolica più grande del mondo. Le pale misurano ben 126 metri!

>> Turbina eolica ad asse verticale silenziosa

>> Turbina eolica ad asse verticale: come costruirne una con semplici mezzi e costi bassissimi

>> Turbina eolica ad asse verticale ricavata da un barile tagliato!

>> Un nuovo tipo di turbina eolica

>> Impianto eolico domestico in azione

>> Energia eolica fai da te

>> Turbina eolica ad asse verticale costruita con semplici mezzi (video)

>> Turbina eolica nel giardino di casa

>> Una turbina eolica in casa con un alternatore di un’automobile!

>> Turbine eoliche ad asse verticale. Anche in Italia si producono.

>> No More Gas: l'automobile che fa 120 chilometri all'ora al costo di 2 centesimi di euro al chilometro! (immagini)

lunedì 20 luglio 2009

L’ammasso di galassie di Ercole

 

Queste sono galassie appartenenti all’ammasso di Ercole, un arcipelago di universi isola a circa 500 milioni di anni luce di distanza da noi. Conosciuto anche come Abell 2151, questo ammasso è carico di gas e ricco di polveri, che danno vita alle galassie a spirale in cui si formano nuove stelle. Però sono presenti poche galassie ellittiche, questo potrebbe significare che l’ammasso è ancora giovane e la formazione stellare è ancora intensa.

In questa bellissima immagine composta da varie pose possiamo vedere la parte centrale dell’ammasso. L’inquadratura riprende circa 3/4 di grado, che alla distanza dell’ammasso corrispondono ad una ampiezza di circa 6 milioni di anni luce.

Tra le galassie ne possiamo vedere alcune molto ravvicinate tra loro e dalle forme distorte. Ciò significa che i membri dell’ammasso sono in interazione tra loro.

In realtà lo stesso ammasso di Ercole potrebbe essere il risultato dell’unione di altri ammassi più piccoli. Si pensa che potrebbe essere simile agli ammassi di galassie che si formarono all’inizio dell’esistenza dell’Universo.

(clicca sull’immagine per vederla ingrandita)

______________________________________

Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

 

 

Leggi anche:

>> I 10 telescopi che hanno cambiato la nostra visione dell’Universo

>> La nebulosa che fa “dito medio”

>> Misterioso materiale scuro sulla superficie del pianeta Mercurio

>> Due fantastiche nebulose: Nord America e Pellicano

>> Meraviglioso campo stellare in direzione della costellazione del Sagittario

>> Come nasce, vive e muore una stella. Video di 12 miliardi di anni in 6 minuti

>> Indescrivibile panorama galattico. NGC 4945 in Centaurus

>> Meteoriti: una minaccia dallo spazio?

>> Una ragazza di New York di 14 anni scopre una mini-supernova!

>> Un modello in scala del Sistema Solare

>> Una notte stellata in Brasile

>> Il satellite della NASA Chandra fotografa la “Mano di Dio”

>> L’occhio di Dio si trova nel cielo

domenica 19 luglio 2009

Una frase di Einstein che dovrebbe farci pensare.

 

“Non cercare di diventare un uomo di successo, ma piuttosto un uomo di valore”

Albert Einstein

Questa frase del fisico Albert Einstein è drammaticamente attuale. Quando il famoso scienziato la pronunciò la società non era ancora così legata all’apparenza come quella in cui noi viviamo, nonostante tutto voleva metterci in guardia contro il vuoto interiore del cosiddetto “uomo di successo”.

Per uomo di successo noi intendiamo un uomo che possibilmente non ha grandi qualità né capacità, però possiede molti soldi ed è famoso. Il primo nome che mi viene in mente è Corona ;-)

Un uomo di valore spesso non ha né soldi né fama, però ha grandi qualità e capacità che lo rendono un vero uomo.

Il sovvertimento dei valori ha fatto sì che l’uomo di valore sia percepito quasi come un fallito…

Questo dovrebbe farci pensare.

__________________________

Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

 

 

Leggi anche:

>> Essere al verde

>> Il tempo passa

>> Il tallone d’Achille

>> Il significato della vita

>> Se hai difficolta' a capire l'attuale situazione finanziaria mondiale, la storia che segue potrebbe aiutarti.

>> Molti aspirano all'immortalità...

>> Un aforisma di Woody Allen

sabato 18 luglio 2009

Video lezioni di matematica: esercizi sulla regola di Ruffini

 

La regola di Ruffini permette di semplificare enormemente il calcolo della divisione tra due polinomi, quando il polinomio dividendo è di grado n e il polinomio divisore è del tipo x – a. In questi filmati la regola di Ruffini viene applicata in due esempi davvero molto chiari. Consigliato per gli studenti che non l’hanno capita a scuola ;-)

 

_____________________________________________________________

Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

 

 

Leggi anche:

>> Campo magnetico terrestre

>> Euclide

>> Poligoni

>> Elettricità statica – video documentario

>> La teoria del caos spiegata in maniera semplice

>> Lo zero assoluto

>> Il principio di Archimede

>> Moto armonico

>> La lampadina

>> E = mc²: la formula fisica più famosa della storia

>> Matrici e determinanti

>> Forza gravitazionale e forza elettrostatica: analogie e differenze

>> Velocità della luce. Galileo fu il primo a cercare di misurarla

>> Teorema di Pitagora. Ecco come impararlo facilmente

Idolomantis diabolica

 

Questa mantide dai colori sgargianti viene chiamata la mantide “Fiore del Diavolo”, ma il suo nome scientifico è Idolomantis Diabolica. Sembra quasi una creatura proveniente da un altro pianeta.

____________________

Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

 

 

Leggi anche:

>> Il mondo riflesso in una bolla di sapone che esplode

>> Nel posto sbagliato al momento sbagliato

>> Che occhi grandi che hai…

>> Onde congelate nell’Antartide

>> Video accelerato di Aurore Boreali

>> Meduse immortali infestano i mari di tutto il mondo

>> Un metallo che ricorda la sua forma originaria?

>> Inventata una macchina in grado di vedere le immagini che pensiamo nella nostra mente!

>> Omalogyra Atomus, il record di piccolezza nel mondo delle conchiglie

>> Una lampadina che galleggia nell'aria!

>> L'era delle armi nucleari non è ancora finita!

>> Le teorie scientifiche che hanno cambiato la nostra visione del mondo

>> Quale sarebbe il record di salto in alto sulla Luna?

giovedì 16 luglio 2009

Fibre ottiche

 

Le fibre ottiche sono sottilissimi fili di vetro, talora di plastica, ma comunque molto trasparenti alla luce, a sezione cilindrica, flessibili, che trovano vasto impiego per la creazione di dorsali nelle telecomunicazioni.
Nel campo delle telecomunicazioni sono usate come canali di comunicazione privilegiati ad alta velocità, in quanto consentono velocità di trasmissione dei dati dell'ordine del Gbps, molto maggiori rispetto alle velocità dei cavi coassiali. Oltre a indiscutibili vantaggi, quali l'insensibilità alle interferenze e alla diafonia, hanno un volume ridottissimo e una bassa attenuazione, per cui si possono avere tratte con più di 100 Km senza necessità di amplificazione del segnale.
Le fibre ottiche usate nelle telecomunicazioni sono attraversate, da un'estremità all'altra, da impulsi luminosi, nel campo di frequenza corrispondenti all'infrarosso e quindi invisibili all'occhio umano.
Sono sicuramente ottimi canali di comunicazione: basti pensare che in una sola fibra ottica possono passare contemporaneamente 12000 telefonate.
Le fibre ottiche hanno beneficiato recentemente di miglioramenti qualitativi nella raffinazione del silicio utilizzato per loro realizzazione, allargandone il campo di impiego: ovunque servano le dorsali, anche di lunghezza limitata a qualche centinaio di metri, è attualmente conveniente impiegare le fibre ottiche.
La fibra ottica è costituita da una parte interna, chiamata core, rivestita da una guaina, chiamata cladding. Quando ci si riferisce ad una fibra con due numeri, per esempio 50/125, si fa riferimento ai diametri del core e del cladding espressi in micron.
All'esterno sono poi presenti guaine di rivestimento e di protezione. La più esterna è una robusta guaina in mylar, con grande resistenza alla trazione per la posa in opera.

fibra ottica


Un sistema di trasmissione ottica ha tre componenti:
• la sorgente luminosa che può essere un LED o un laser e che converte i segnali elettrici in impulsi luminosi;
• il mezzo di trasmissione che è la fibra ottica;
• il fotodiodo ricevitore che converte gli impulsi ottici in impulsi elettrici. È il dispositivo più lento, con un tempo di risposta di 1 ns: questo impone un limite al sistema pari a 1 Gbps.

_________________________________

Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

 

 

Leggi anche:

>> L’effetto Casimir. Una forza dallo spazio vuoto.

>> E’ stato realizzato il primo processore quantistico!

>> L’intervento del caso nella formazione di idee nuove

>> Danze spaziali

>> Strumento per convertire l’urina in acqua potabile!

>> Tutti i tipi di fulmini

>> Riscaldamento globale. La mappa mondiale delle previsioni.

>> Nel 2013 i supercomputer saranno in grado di simulare il cervello umano

>> Forza gravitazionale e forza elettrostatica: analogie e differenze

>> Cucinare un wurstel con l’energia solare

>> I terremoti più forti del mondo a partire dal 1900

>> Velocità della luce. Galileo fu il primo a cercare di misurarla

>> Teorema di Pitagora. Ecco come impararlo facilmente

>> Le teorie scientifiche che hanno cambiato la nostra visione del mondo

mercoledì 15 luglio 2009

Vacanza. Qual è l’etimologia di questa bella parola?

 

E’ tempo di vacanze e molti sono già in giro per L’italia o anche all’estero (o persino a casa) per godersi il meritato riposo dopo un pesante anno di lavoro.

Vacanza? Ma da dove deriva questa parola?

Viene dal latino “vacantia” che significa letteralmente “mancanza”. A sua volta vacantia proviene da vacans, participio presente di "vacare" che significa "essere vacuo, sgombro, libero, senza occupazioni".

A questo punto non mi resta altro che augurarvi buone vacanze! :-)

_____________________________

Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

 

Technorati Tag: ,

 

Leggi anche:

>> Significato del termine "serendipità"

>> Perché di una donna gravida si dice che è "incinta"?

>> Anacoluto, questo sconosciuto!

>> Qual è l'origine dell'espressione "OK"?

>> Esiste il plurale di cioccolato?

>> Si dice "il weekend" o "lo weekend"?

>> Qual è l'etimologia della parola "grullo"?

>> Da dove deriva l’espressione “fare melina”?

>> "Misticismo e sogni" (Raymond Smullyan)

>> La difficile vita scolastica di Daniel Pennac

>> La sorprendente origine del saluto "ciao"

>> Qual è l'origine del termine ragù?

I 10 telescopi che hanno cambiato la nostra visione dell’Universo

 

Il “cannocchiale” di Galileo.

Uno strumento ottico essenziale e per nulla perfetto. Con questo cannocchiale, nel 1609, comincia la grande avventura dell’astronomia alla scoperta dell’Universo. Nonostante le sue imperfezioni ottiche questo minuscolo telescopio permetterà a Galileo di scoprire le macchie solari, i crateri lunari, le fasi di Venere, i satelliti di Giove. In particolare l’osservazione del moto del satelliti di Giove rafforzeranno in Galileo l’idea della validità del modello Copernicano, in cui il Sole è al centro del sistema planetario e i pianeti vi girano attorno.

____________________

Il telescopio di Newton

Nel 1670 Isaac Newton costruisce un telescopio facendo uso di un sistema di specchi (chiamato telescopio newtoniano) invece di usare un sistema di lenti. Questa invenzione costituirà una vera rivoluzione, perché è molto più facile costruire specchi grandi anziché lenti grandi. Anche attualmente i più grandi telescopi del mondo sono basati su ottiche a specchi.

____________________

Il telescopio da 1,2 metri di Herschel

Tra il 1785 e il 1789, l’astronomo britannico William Herschel (lo scopritore del pianeta Urano) costruì un enorme telescopio lungo ben 12 metri e dall’apertura, record per quell’epoca, di 1,2 metri. Per 50 anni restò di gran lunga il telescopio più grande del mondo. Fu costruito presso la località di Slough e costò 4000 sterline dell’epoca, una cifra davvero immensa. Con questo notevole strumento Herschel riuscì a scoprire una luna di Saturno e due lune di Urano.

____________________

L’osservatorio di monte Wilson e il telescopio Hooker da 2,5 metri di apertura.

Questo enorme telescopio che ha cominciato a funzionare nel 1917 deve la sua fama, oltre che alle sue dimensioni, al fatto che fu utilizzato da Edwin Hubble per raccogliere dati che gli permisero di dedurre che l’Universo è attualmente in espansione. Monte Wilson si trova vicino a Los Angeles.

____________________

L’antenna radio di Karl Jansky

La storia di questa antenna è la storia di una scoperta fondamentale, ma completamente casuale. Karl Jansky, era un fisico che lavorara presso la AT & T Bell Laboratories di Holmdel, nel New Jersey. Costruì una grande antenna in grado di captare onde radio di breve lunghezza d’onda. La costruì con lo scopo di analizzare le interferenze sulle telefonate transcontinentali. Dopo mesi di osservazioni, notò che un disturbo non identificato e persistente proveniva dalla direzione della costellazione del Sagittario. Jansky capì che erano le onde radio provenienti dal centro della Via Lattea. Era il 1933, e questa data segna la nascita della radioastronomia.

____________________

L’osservatorio di monte Palomar e il telescopio Hale da 5 metri.

L’osservatorio di monte Palomar si trova a tre ore di macchina da Los Angeles. Tra i suoi telescopi troviamo il riflettore Hale da 5 metri. Fu inaugurato nel 1949 e fino al 1993 fu il telescopio con il maggior potere risolutivo del mondo. Fu essenziale per risolvere il problema della natura dei Quasar.

____________________

Telescopio spaziale Hubble

Fu portato in orbita nel 1990 dallo Shuttle. Poiché non soffre delle distorsioni della turbolenza atmosferica, essendo in orbita spaziale, ha un potere risolutivo assolutamente irraggiungibile dai telescopi da terra. Questo gli ha permesso di operare delle scoperte eccezionali in tutti i campi dell’astronomia.

____________________

Osservatorio Keck

I due telescopi gemelli dell’osservatorio Keck sono situati a 4150 metri di altezza sul vulcano inattivo delle Hawaii Mauna Kea. Entrambi possiedono delle ottiche “adattive” che sono in grado di annullare gli effetti della turbolenza atmosferica. Sono stati usati proficuamente nella ricerca di pianeti che orbitano attorno ad altre stelle.

____________________

Osservatorio Chandra a raggi X

Chandra è stato portato in orbita dallo Shuttle nel 1999. Il suo campo osservativo è nell’emissione nei raggi X. I raggi X provenienti dalle sorgenti astronomiche vengono fermati dall’atmosfera terrestre, per questo si è reso necessario uno strumento che operasse fuori dall’atmosfera. Uno degli studi più importanti che ha permesso di effettuare è quello del buco nero supermassiccio nel centro della Via Lattea.

____________________

Telescopio spaziale Spitzer

Il telescopio spaziale Spitzer effettua osservazioni nel campo delle radiazioni infrarosse, che vengono assorbite dall’atmosfera terrestre. Fu lanciato nel 2003 ed ha permesso di effettuare importanti studi sulle regioni di formazione stellare, sulle stelle appena nate e sugli altri sistemi solari.

__________________________

Fonte: Scientific American

__________________________

Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

 

Technorati Tag: ,

 

Leggi anche:

>> La nebulosa che fa “dito medio”

>> Misterioso materiale scuro sulla superficie del pianeta Mercurio

>> Due fantastiche nebulose: Nord America e Pellicano

>> Tre galassie nella costellazione del Dragone

>> Meraviglioso campo stellare in direzione della costellazione del Sagittario

>> Come nasce, vive e muore una stella. Video di 12 miliardi di anni in 6 minuti

>> Indescrivibile panorama galattico. NGC 4945 in Centaurus

>> Meteoriti: una minaccia dallo spazio?

>> Una ragazza di New York di 14 anni scopre una mini-supernova!

>> Un modello in scala del Sistema Solare

>> Una notte stellata in Brasile

>> Il satellite della NASA Chandra fotografa la “Mano di Dio”

>> L’occhio di Dio si trova nel cielo

martedì 14 luglio 2009

Nuovo codice della strada: ecco le principali novità

 

Ecco le principali novità del nuovo codice della strada approvato dalla Camera pochi giorni fa.

Velocità in autostrada
Sale a 150 Km/h, ma solo dove c'è il Tutor.

Il tasso di alcol
Dovrà essere pari a zero per neo-patentati e under 21.

Il narco-test
Potrà essere fatto dalla polizia stradale.

Autisti professionisti
Dovranno avere un certificato antidroga.

Foglio rosa
A 17 anni per chi ha già il patentino.

Targa personale
Non sarà più legata al veicolo ma alla persona.

Multe a rate
Più salate. Però si perdono meno punti, e si potranno pagare a rate.

Animali
Multe per chi non soccorre gli animali investiti.

__________________________________________

Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

 

 

Leggi anche:

>> Esplosione a Viareggio. Deraglia un treno cisterna pieno di gas GPL

>> Inquinamento. Una serie di foto da rabbrividire

>> Epidemie di influenza. Ecco la mappa mondiale

>> Influenza suina

>> Eluana: il campo di battaglia in cui si scontrano le ideologie...

>> Attenzione alle monete da 50 centesimi di Malta. Si possono confondere con quelle da un Euro!

>> Allarme immondizia! I paesi etnei come la Campania.

>> Ecco alcune foto dei danni della grandinata del 13 settembre a Pedara (CT)

>> Suor Anna Nobili

>> Infibulazione. Sono più di 40 i paesi in cui è diffusa la pratica delle mutilazioni sessuali sulle bambine.

>> Ugo Siciliano è scomparso il 30 Gennaio 2008. Facciamo girare la notizia.

>> Chi dimentica è perduto. Il 24 marzo la ricorrenza dell'eccidio delle Fosse Ardeatine.

Il mondo riflesso in una bolla di sapone che esplode

 

Non c’è niente di più semplice che fare scoppiare una bolla di sapone. Si avvicina il dito, si tocca la bolla e la si vede subito scoppiare. Sembra avvenire tutto in un istante.

Ma se si riesce a “rallentare il tempo”?

Con una camera slow-motion il tempo si può rallentare. In queste spettacolari immagini possiamo vedere come scoppia una bolla di sapone. Notiamo come la zona di contatto con il dito comincia a frammentarsi in sottili goccioline, mentre tutto il resto della bolla resta intatta. In seguito la zona frammentata in goccioline aumenta sempre di più, fino a quando tutta la bolla scompare.

Il tutto avviene in una frazione di secondo che l’occhio umano non può riuscire a cogliere, ma con la tecnica dello slow-motion invece possiamo riuscire ad apprezzare tutti i complessi dettagli del fenomeno.

Una curiosità: la bolla è formata da tre strati. Uno strato interno di acqua inserito tra due strati di molecole di sapone.

 

 

 

 

Fonte: Mail Online.

_____________________________________________

Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

 

 

Leggi anche:

>> Nel posto sbagliato al momento sbagliato

>> Che occhi grandi che hai…

>> Onde congelate nell’Antartide

>> Video accelerato di Aurore Boreali

>> Meduse immortali infestano i mari di tutto il mondo

>> Un metallo che ricorda la sua forma originaria?

>> Ma la scienza fino a dove potrà arrivare?

>> Inventata una macchina in grado di vedere le immagini che pensiamo nella nostra mente!

>> Omalogyra Atomus, il record di piccolezza nel mondo delle conchiglie

>> Una lampadina che galleggia nell'aria!

>> L'era delle armi nucleari non è ancora finita!

>> Le teorie scientifiche che hanno cambiato la nostra visione del mondo

>> Quale sarebbe il record di salto in alto sulla Luna?

lunedì 13 luglio 2009

Sbarco sulla Luna

 

Tra pochi giorni, precisamente il 20 luglio, verrà commemorato il 40° anniversario dello sbarco sulla Luna. La simpatica ricostruzione con il Lego è stata realizzata con pezzi che la Lego aveva messo in commercio nel 1978.

____________________________

Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

 

 

Leggi anche:

>> Lego mindstorms. Un dispenser della carta igienica!

>> Locandine di film famosi realizzate con il Lego

>> Lego. Modello della nave da battaglia Yamato

>> Astronave Lego

>> Come nasce una città Lego

>> Lego Technic. 4 ore di costruzione in 4 minuti di filmato

>> Video Lego: il robot ginnasta

>> Video di una città Lego

>> Spostare un carico di 45 Kg con mezzi di trasporto Lego!

>> Una meravigliosa città LEGO di giorno e di notte

>> 10 immagini di realizzazioni Lego davvero incredibili!

>> Cosa si può fare con gli omini Lego! Guardate questi filmati davvero incredibili...

>> Costruzioni Lego, che passione!

Il figlio di Krakatoa in eruzione

 

Il figlio di Krakatoa è in eruzione. Questo vulcano si trova all’interno dell’enorme caldera formatasi nel 1883 in seguito alla disastrosa eruzione del Krakatoa. Fu un cataclisma che causò decine di migliaia di vittime e che ho descritto in questo post.

Perché figlio di Krakatoa? Perché il vulcano che vediamo è stato chiamato Anak Krakatoa che significa appunto figlio di Krakatoa.

L’eruzione che vediamo è cominciata nell’aprile del 2008 ed è ancora in corso. Questa suggestiva foto è stata fatta da Rakata, l’isola principale del gruppo di isole di Krakatoa.

Se si guarda con attenzione, sopra il vulcano si può distinguere la costellazione dell’Orsa Maggiore.

(Clicca sull’immagine per vederla ingrandita)

______________________________________

Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

 

 

Leggi anche:

>> Onda d’urto di un’eruzione vulcanica

>> Le meraviglie dell’Etna

>> L’eruzione del vulcano Redoubt vista dal satellite

>> Lava dall'oceano

>> Krakatoa 1883: una delle più grandi eruzioni vulcaniche conosciute

>> L'ultima eruzione del Vesuvio: marzo 1944

>> Nel 1902 un vulcano causò la morte di 30000 persone. La popolazione non fu evacuata perché a breve c'erano le elezioni e i partiti non volevano perdere voti!

>> Nel 1815, l'eruzione del vulcano Tambora, provocò la scomparsa di una lingua e imponenti cambiamenti climatici.

>> Il più grande vulcano d'Europa si trova sotto la superficie del mare e si chiama Marsili.

>> L'Eruzione del Vesuvio del 79 dopo Cristo, la più famosa del mondo. In questo articolo una ricostruzione degli eventi più salienti

>> Com'è nato l'Etna, il vulcano più attivo in Europa. Una storia complessa e avvincente cominciata 700000 anni fa...

domenica 12 luglio 2009

Giovanna, la donna rapita dagli alieni e che ha avuto ben 18 gravidanze extraterrestri!

 

Spesso in televisione ci vengono raccontate storie talmente incredibili che si stenta anche a credere di averle sentite. Però stavolta c’è davvero da restare attoniti. Ne ho già parlato diffusamente nell’altro blog che curo, Alieni e Misteri, a cui vi rimando per i dettagli. (gli articoli sono Programma Mistero. La storia di Giovanna: la donna rapita dagli alieni. e Giovanna, la donna rapita dagli alieni. Misteri, puntata dell’8 luglio 2009.)

Qui mi concedo un’altra breve riflessione.

La signora Giovanna, che ha portato avanti ben 18 gravidanze aliene, alla fine ha abortito un piccolo alieno e se l’è tenuto anche se era un po’ brutto. Lo ha fatto tagliuzzare come un pollo dal suo compagno, poi lo ha fatto portare via per tenerlo al sicuro. Ma al sicuro da quale pericolo? Forse dal pericolo che qualcuno possa dimostrare che è un falso? Qualcuno ha dimostrato con tanto di foto che sembra proprio che si tratti di una lepre scuoiata.

Con questo servizio si è toccato il fondo della cattiva televisione, della decenza, dell’ignoranza scientifica e dell’intelligenza umana!

In realtà se gli alieni dovessero davvero atterrare in Italia se ne tornerebbero nel loro pianeta delusi, perché non riuscirebbero a trovare traccia di specie viventi intelligenti.

Qui il filmato della seconda puntata di Misteri, dedicato al caso del feto alieno.

_____________________________________________________________

Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

 

 

Leggi anche:

>> Un blog dedicato ad alieni e misteri

>> Video UFO su Parigi. Ottimo lavoro...

>> Filmato di un UFO, ma c'è qualcosa di strano...

>> Trovato un UFO con google Earth in Romania

>> E poi dicono che non esistono...

>> Gli alieni sono entrati nella nostra cultura

>> Se gli alieni fossero già tra noi avrebbero preso il controllo della Terra in un quarto d'ora.

>> Gli UFO sorvolano davvero le nostre città?

>> Perché gli alieni si nascondono?

>> Ufo: è ovvio che gli alieni siano già tra noi, oppure no...

>> Un interessante documentario sui rapimenti alieni

>> 10 buone ragioni per non credere nell'esistenza degli UFO

>> Anche il famoso psichiatra e psicanalista svizzero Carl Gustav Jung (allievo di Freud) si occupò di UFO.

>> Chiunque le scambierebbe per UFO, invece sono le famose luci di Hessdalen. Due filmati davvero spettacolari!

Immortale Mozart. Sinfonia n. 40 K550

 

Esistono musiche che possono essere descritte a parole nei minimi dettagli e ci si può dilungare sulla data in cui sono state composte, a chi sono state dedicate e altre facezie.

Ma esistono anche musiche che NON possono essere descritte con le parole, come l’opera che vi propongo, la Sinfonia n. 40 K550, di Mozart.

Questa sinfonia può essere solo ascoltata…

_____________________________________________________________

Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

 

Technorati Tag: ,,

 

Leggi anche:

>> Tributo a Michael Jackson – Bad (video, testo e traduzione)

>> Un video assolutamente da vedere. Chiudete gli occhi e vi sembrerà di essere sotto ad un vero temporale.

>> La Baronessa di Carini

>> Dire Straits – Brothers in arms (Video, testo e traduzione)

>> Andrea Bocelli – Con te partirò (video e testo)

>> Hotel California – Eagles (video, testo e traduzione)

>> Comfortably Numb. Pink Floyd – The Wall (video, testo e traduzione)

>> Malika Ayane – Come Foglie (video e testo)

>> Elio e le Storie Tese – Servi della Gleba (video e testo)

>> Video Led Zeppelin – Dazed and Confused – testo e traduzione

>> Pink Floyd – Another Brick in the Wall – The Wall (video e testo)

>> Riccardo Cocciante – Notre Dame de Paris – Bella (Video, testo)

>> Evanescence – Everybody’s fool – video, testo e traduzione

Come oscilla un pendolo su Giove? (filmato)

In questo filmato possiamo vedere una bella rappresentazione di come cambia il periodo di oscillazione di un pendolo semplice in vari corpi ...