giovedì 30 aprile 2009

Il tempo passa

 

Ero sicuro che prima o poi mi sarei dedicato ad un post sul tempo che passa, lo fanno tutti nei propri blog personali. Forse è perché il tempo è qualcosa di incontrollabile, quindi dobbiamo fare qualcosa per avere l’illusione di averlo controllato.

Scattiamo fotografie per avere l’illusione di averlo fermato in un istante, ma quando guardiamo una foto di dieci o venti anni fa ci accorgiamo che non l’abbiamo fermato affatto.

Oppure cerchiamo di restare magri e in forma, ma prima o poi i capelli bianchi ci fanno capire che il tempo non ha nemmeno preso in considerazione i nostri sforzi. E quando la memoria ci riporta indietro a tempi in cui non si vedevano computer, cellulari, internet, nelle nostre case, allora capiamo subito che abbiamo trascorso la nostra infanzia nella preistoria e che passeremo la vecchiaia in un mondo che ci sembrerà fantascienza.

In realtà è solo il tempo che passa.

_____________________________

Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

 

 

Leggi anche:

>> Il tallone d’Achille

>> Il significato della vita

>> Se hai difficolta' a capire l'attuale situazione finanziaria mondiale, la storia che segue potrebbe aiutarti.

>> Guardate che è possibile mangiare benissimo spendendo poco!

>> Il lavoro è un diritto o una conquista?

>> Regali di Natale: il trionfo del consumismo

>> Eluana: il campo di battaglia in cui si scontrano le ideologie...

>> "Fioccolata" contro il maestro unico

>> Infibulazione. Sono più di 40 i paesi in cui è diffusa la pratica delle mutilazioni sessuali sulle bambine.

>> Ugo Siciliano è scomparso il 30 Gennaio 2008. Facciamo girare la notizia.

>> Chi dimentica è perduto. Il 24 marzo la ricorrenza dell'eccidio delle Fosse Ardeatine.

mercoledì 29 aprile 2009

Los Incas – El Condor Pasa (versione originale del 1963)

 

E’ una celebre melodia composta da Daniel Alomía Robles nel 1913 ispirandosi ad un tema tradizionale peruviano del diciottesimo secolo. Furono i Los Incas a rendere popolare questo tema nel 1963. Il brano fu ripreso da Simon & Garkunkel nel 1970. Adesso questa stupenda musica vanta innumerevoli versioni strumentali e anche cantate.

_____________________________________________________________

Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

 

 

Leggi anche:

>> Malika Ayane – Come Foglie (video e testo)

>> Michele Zarrillo - L’elefante e la farfalla (video e testo)

>> Iron Maiden – Seventh Son of a Seventh Son (video e testo)

>> Giusy Ferreri – Novembre (video e testo)

>> Elio e le Storie Tese – Servi della Gleba (video e testo)

>> Video Led Zeppelin – Dazed and Confused – testo e traduzione

>> Amici. Il video di tutti i vincitori

>> Alan Parsons Project – Silence and I (testo e traduzione)

>> Pink Floyd – Another Brick in the Wall – The Wall (video e testo)

>> Riccardo Cocciante – Notre Dame de Paris – Bella (Video, testo)

>> Evanescence – Everybody’s fool – video, testo e traduzione

>> PFM . Stati di immaginazione – Cyber Alpha

L’alternatore

 

Come funziona un alternatore

L'alternatore è un dispositivo che permette di produrre energia elettrica, sfruttando il fenomeno dell'induzione magnetica. Una spira rettangolare che ruota dentro un campo magnetico uniforme, intorno a un asse perpendicolare alle linee del campo, è un semplice alternatore. Mentre la spira ruota, il flusso del campo magnetico che attraversa l'area della spira cambia. Per la legge di Faraday-Neumann-Lenz, nasce una tensione indotta che, a sua volta, fa circolare una corrente nel circuito esterno.

alternatore_schema

Gli estremi della spira sono saldati a due anelli metallici (collettori) che ruotano insieme alla spira. Sui collettori poggiano due contatti striscianti (spazzole) realizzati con blocchetti di grafite, che hanno la funzione di inviare la corrente indotta nella spira verso il circuito esterno, senza impedire la rotazione della spira stessa.
Nel circuito esterno circola una corrente che cambia verso ogni mezzo periodo e varia con la stessa frequenza con cui ruota la spira.

 

La dinamo della bicicletta

In un alternatore, la spira in cui si crea la corrente si chiama indotto e il magnete che provoca l'induzione si chiama induttore.
La dinamo della bicicletta è un alternatore a indotto fisso. Infatti è costituita da una bobina fissa collegata alla lampadina e da un magnete collegato alla ruota. Quando la ruota gira, anche il magnete gira e fa variare il flusso concatenato con la bobina. Finché il magnete gira, nel circuito passa una corrente elettrica.
Per mantenere la corrente elettrica nella lampadina bisogna spendere energia pedalando.

dinamo_bicicletta

Anche l'alternatore presente in ogni automobile trasforma una parte dell'energia cinetica dell'albero motore in energia elettrica, che viene immagazzinata nella batteria.

 

Gli alternatori industriali

La maggior parte degli alternatori sono a indotto fisso (statore) e induttore mobile (rotore). Negli alternatori industriali, come quelli delle centrali elettriche, il rotore non è un magnete ma un elettromagnete, cioè un filo conduttore avvolto attorno a un nucleo di ferro e percorso da una corrente continua. L'elettromagnete è più vantaggioso del magnete perché permette di ottenere un campo magnetico inducente più intenso e quindi un flusso magnetico concatenato con l'indotto molto maggiore.

alternatore_industriale

[Bibliografia: Lezioni di Fisica, vol. 2; Giuseppe Ruffo. Zanichelli]

____________________________

Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

 

Technorati Tag: ,

 

Leggi anche:

>> Il sistema di numerazione binario

>> Mathway: il sito che risolve problemi matematici.

>> Come disegnare una ellisse perfetta

>> La lampadina

>> Parabola

>> Sistemi di equazioni di primo grado

>> Le prime 1000 cifre di pi greco

>> E = mc²: la formula fisica più famosa della storia

>> Matrici e determinanti

>> Numeri decimali

>> Algoritmo

>> Forza gravitazionale e forza elettrostatica: analogie e differenze

>> Velocità della luce. Galileo fu il primo a cercare di misurarla

>> Teorema di Pitagora. Ecco come impararlo facilmente

Influenza suina

 

influenza suina google maps

L’influenza suina è l’ultima delle angosce che ci tocca sopportare nell’ambito delle epidemie mortali. La cosa più grave è che stavolta ci troviamo di fronte a una malattia che si diffonde facilmente, perché si contagia attraverso la saliva, quindi bastano starnuti o colpi di tosse.

Come se non bastasse la televisione ci bombarda con notizie sempre più preoccupanti. I casi sospetti aumentano ogni ora e le vittime crescono sempre più.

Io temo che questo tipo di notizie non facciano altro che creare allarmismo e psicosi, che in molti casi sono peggiori della malattia stessa. Si arriva a livelli maniacali di sorveglianza, come nel caso in cui è possibile vedere tutti i casi segnalati di influenza suina su Google Maps. Infatti in questa pagina è possibile seguire la diffusione della malattia in tempo reale.

E’ una cosa utile, o è solo una percezione angosciante? Difficile rispondere, per il momento. Se si dovesse profilare uno scenario da film di fantascienza, allora potrebbe avere una sua utilità…

_________________________________

Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

 

Technorati Tag: ,

 

Leggi anche:

>> Eluana: il campo di battaglia in cui si scontrano le ideologie...

>> Attenzione alle monete da 50 centesimi di Malta. Si possono confondere con quelle da un Euro!

>> Allarme immondizia! I paesi etnei come la Campania.

>> Ecco alcune foto dei danni della grandinata del 13 settembre a Pedara (CT)

>> "Fioccolata" contro il maestro unico

>> Balle su Balle...

>> Suor Anna Nobili

>> Infibulazione. Sono più di 40 i paesi in cui è diffusa la pratica delle mutilazioni sessuali sulle bambine.

>> Ugo Siciliano è scomparso il 30 Gennaio 2008. Facciamo girare la notizia.

>> Chi dimentica è perduto. Il 24 marzo la ricorrenza dell'eccidio delle Fosse Ardeatine.

martedì 28 aprile 2009

Quante stelle ci sono in cielo?

 

La risposta è: dipende. Se osserviamo a occhio nudo in una grande città illuminata se ne possono vedere anche poche decine. Se osserviamo, sempre ad occhio nudo, da una località in alta montagna e in una notte senza Luna, ne possiamo vedere anche più di tremila.

Inquinamento luminoso a Roma. Nelle grandi città è possibile vedere solo le stelle più luminose, i pianeti e la Luna.

Se poi usiamo un piccolo binocolo arriviamo facilmente a superare le decine di migliaia. Con i più potenti telescopi attualmente in uso è possibile vedere centinaia di miliardi di stelle e, visto che periodicamente vengono realizzati telescopi sempre più potenti, questo numero è sempre destinato a crescere.

Alcuni telescopi amatoriale. Ogni notte migliaia di “astrofili” puntano i loro strumenti verso il cielo per osservarne le meraviglie.

E’ una questione di “magnitudine stellare limite”. La magnitudine stellare è la grandezza fisica che misura la luminosità apparente di una stella.

Essa è una vera e propria unità di misura che associa un numero tanto più alto quanto più un oggetto celeste è debole in luminosità. Con questo sistema si stabilisce che due oggetti celesti che hanno una differenza di 5 magnitudini hanno tra di loro un rapporto di luminosità, cioè di energia luminosa da noi rilevata, pari a 100 volte, quindi una stella di magnitudine 6 è 100 volte meno luminosa di una stella di magnitudine 1. Ogni gradino, o magnitudine, ha un rapporto di 2,512 rispetto al gradino che segue o che precede, cioè una stella di magnitudine 1 è 2,512 volte più luminosa rispetto ad una di magnitudine 2. Gli oggetti più luminosi possono avere anche magnitudine zero e persino magnitudine negativa, come ad esempio Sirio (magnitudine –1,46). Venere può arrivare ad avere magnitudine –4,5 nei periodi di massima luminosità.

Tutto ciò deriva dalla struttura fisiologica dell’occhio umano. L'occhio umano infatti percepisce le differenze luminose secondo una scala logaritmica e non lineare.

Tornando alla magnitudine stellare limite, questa è una grandezza molto variabile, perché dipende da vari fattori. Uno dei più importanti è la condizione del cielo. Un cielo illuminato da una grande metropoli, come dicevo all’inizio, avrà una magnitudine limite molto bassa, ad esempio 3; un cielo limpido, in alta montagna, lontano da fonti luminose cittadine, potrebbe avere una magnitudine limite di 6,5 (che è anche il limite dell’occhio umano). In un cielo di “alta qualità” con un piccolo strumento astronomico possono vedersi moltissime stelle. E qui arriviamo all’altro fattore importante: lo strumento utilizzato. L’occhio nudo, anche con il cielo più buio e limpido, difficilmente arriva a magnitudine 6,5; un piccolo binocolo arriva a magnitudine 8 senza difficoltà anche con un cielo non perfetto. Un piccolo telescopio amatoriale supera facilmente la magnitudine 12.

Ma quante stelle si riescono a vedere in funzione della magnitudine che possiamo raggiungere con i nostri strumenti di osservazione?

Questa tabella ci indica, in maniera approssimata (si tratta si una estrapolazione matematica), quante sono le stelle che si possono vedere, in teoria, fino ad una certa magnitudine:

Magnitudine Numero di stelle visibili fino alla magnitudine indicata
0 4
1 16
2 46
3 136
4 370
5 1030
6 2940
7 8420
8 26000
9 76000
10 220000
11 650000
12 1,9 milioni
13 5,5 milioni
14 16 milioni
15 47 milioni
16 136 milioni
17 400 milioni
18 1,2 miliardi
19 3,4 miliardi
20 9,9 miliardi
21 29 miliardi
22 84 miliardi
23 246 miliardi
24 720 miliardi
25 2100 miliardi
26 6100 miliardi
27 18000 miliardi
28 52000 miliardi
29 152000 miliardi
30 444000 miliardi

Secondo la tabella, ad occhio nudo con un cielo limpido, quindi con magnitudine limite pari a circa 6, si possono vedere fino a 2940 stelle. Con un binocolo (magnitudine limite 9) si sale fino a 76000 stelle. Con un piccolo telescopio amatoriale (magnitudine limite 13), 5,5 milioni di stelle. Il Telescopio Spaziale Hubble (magnitudine limite pari a circa 30) dovrebbe consentire di vedere la bellezza di 444000 miliardi di stelle. In realtà non è così semplice, perché le stelle non sono distribuite uniformemente nello spazio. Esse sono concentrate soprattutto all’interno delle galassie. Nella nostra Galassia, sono presenti circa 200 miliardi di stelle. Quindi un telescopio che ha una magnitudine limite di 23 in teoria potrebbe vederle tutte (in realtà non è così perché molte sono nascoste da spesse nubi di gas e polveri). Strumenti più potenti riescono a vedere stelle appartenenti ad altre galassie vicine, come le Nubi di Magellano o la galassia di Andromeda. In tal caso le stelle visibili oltre la magnitudine 23 della tabella sono solo indicative di quante stelle si potrebbero vedere se fossero distribuite uniformemente (cosa che non è).

Il Telescopio Spaziale Hubble

 

Conclusione

Secondo le ricerche più recenti nell’Universo sarebbero presenti circa 1000 miliardi di galassie, ciascuna di esse conterrebbe una media di 100 miliardi di stelle. Facendo una semplice moltiplicazione otteniamo il numero totale stimato di stelle nell’Universo:

100.000.000.000.000.000.000.000

Che si legge: centomila miliardi di miliardi!

____________________________________

Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

 

 

Leggi anche:

>> Uno sguardo su un buco nero

>> Il satellite della NASA Chandra fotografa la “Mano di Dio”

>> Il castello e la Luna piena

>> M39: uno spettacolare ammasso aperto nella costellazione del Cigno

>> Video documentario. Il pianeta Saturno

>> I vulcani di fango su Marte suggeriscono la presenza di vita sul pianeta rosso

>> Cosa sono i buchi neri? Video intervista a Valeria Ferrari

>> Oggi comincia la primavera astronomica. Quella meteo invece sembra lontana…

>> Oggi alle 14:44 (ora italiana) un asteroide passerà a 63500 chilometri dalla Terra

>> L’occhio di Dio si trova nel cielo

>> La cometa Lulin, visibile in questi giorni, ha due code!

>> 2007 VK184. Ecco l’asteroide che ha la maggiore probabilità di avere un impatto con la Terra.

>> La cometa Lulin si sta avvicinando!

>> L'asteroide 2009 BD sfiorerà la Terra

lunedì 27 aprile 2009

Auto ibride

 

Che cos'è un'auto ibrida?

L'auto ibrida è dotata di due motori indipendenti disposti in parallelo: un tradizionale motore a benzina e un motore elettrico. Alla partenza, l'auto viene avviata dal motore elettrico, finché la velocità non raggiunge i 40-50 km/h; poi entra automaticamente in funzione il motore a benzina e si ferma quello elettrico. Nelle condizioni più impegnative di accelerazione e di ripresa, i motori funzionano entrambi in modo da avere una maggiore potenza. Nei tratti urbani, il motore elettrico entra automaticamente in funzione alle basse velocità (inferiori ai 40 km/h). Perciò l'auto ibrida può essere mossa dal motore termico, dal motore elettrico o dalla combinazione di entrambi.


La batteria

I nuovi modelli di auto ibrida non devono ricaricare la batteria. In un'auto tradizionale, quando si schiaccia il pedale del freno, si perde energia sotto forma di calore; più veloce è l'auto maggiore energia si perde. Un'auto ibrida dispone di un sistema di recupero che trasforma il calore prodotto per attrito in energia elettrica e la trasferisce alla batteria (frenata rigenerativa). In questo modo, il motore elettrico agisce come un alternatore e carica la batteria mentre l'auto frena.

 

Confronto fra vari tipi di auto

In un'auto a benzina c'è un motore termico, un serbatoio di carburante e un albero di trasmissione. Il motore fa girare l'albero di trasmissione, che a sua volta fa girare le ruote motrici.

auto a benzina


Nell'auto elettrica c'è un motore elettrico, una batteria che fornisce l'energia elettrica al motore e l'albero di trasmissione.

auto elettrica


Nell'auto ibrida c'è un motore a benzina, un serbatoio di benzina, un motore elettrico, una batteria e l'albero di trasmissione. I due motori possono provvedere alla trasmissione in modo indipendente o insieme.

auto ibrida


I vantaggi di un'auto ibrida

Poiché nel traffico urbano funziona il motore elettrico, l'auto ibrida riduce i consumi di carburante, proprio dove il consumo di benzina è maggiore.
L'auto ibrida riduce anche le emissioni di gas di scarico inquinanti.
Non è ancora il veicolo a emissione zero, ma è sicuramente un mezzo che inquina di meno rispetto ai veicoli esistenti. Le emissioni di idrocarburi e di ossido di azoto sono molto più basse di quanto richiesto dalle norme Euro IV per i motori a benzina.
Terzo vantaggio: le auto ibride sono molto silenziose e quindi riducono l'inquinamento acustico.

Una delle auto ibride oggi in commercio. Si tratta della Honda Insight.


Curiosità

I giapponesi stanno studiando la possibilità di far andare l’auto ibrida ad alcool (etanolo e metanolo) invece che a benzina o gasolio.
Il padre dell'auto ibrida è considerato l'americano Victor Wouk che, nel 1972, modificò una vecchia Buick aggiungendo un motore elettrico in parallelo a quello a benzina.

_____________________________________________________

Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

 

 

Leggi anche:

>> Turbine eoliche ad asse verticale. Anche in Italia si producono.

>> Auto elettrica. Th!nk City: l’automobile ricaricabile con l’energia eolica.

>> La differenza tra i pannelli solari fotovoltaici e i pannelli solari termici

>> I pannelli solari nel Sahara potrebbero fornire energia a tutta l’Europa

>> Pannello solare autocostruito con meno di 50 euro (video)

>> Fusione nucleare: questa macchina potrebbe salvare il mondo!

>> Clamoroso! Un ragazzino di 12 anni ha inventato un nuovo tipo di cella solare!

>> Una turbina eolica sferica per l'energia della casa

>> La truffa dell'energia eolica in Italia

>> Automobile a energia solare italiana. La Fiat Philla (filmato)

>> No More Gas: l'automobile che fa 120 chilometri all'ora al costo di 2 centesimi di euro al chilometro! (immagini)

>> 7 consigli per risparmiare fino al 20 percento di benzina.

>> Automobile rivoluzionaria che funziona ad aria compressa. 1,5 euro per fare 200 km!

domenica 26 aprile 2009

Malika Ayane – Come Foglie (video e testo)

 

Come foglie è un brano cantato da Malika Ayane e da lei portato al Festival di Sanremo 2009. Molti dicono che Malika ha una voce simile a quella di Giusy Ferreri e forse anche meglio. Non so dire se sia vero o no, comunque è una cantante interessante e per dare un giudizio vi lascio al video qui di seguito:

Come foglie (testo)

E’ piovuto il caldo
Ha squarciato il cielo
Dicono sia colpa di un’estate come non mai
Piove e intanto penso
Ha quest’acqua un senso
Parla di un rumore
Prima del silenzio e poi…
E’ un inverno che va via da noi
Allora come spieghi
Questa maledetta nostalgia
Di tremare come foglie e poi
Di cadere al tappeto?
D’estate muoio un po’
Aspetto che ritorni l’illusione
Di un’estate che non so…
Quando arriva e quando parte,
Se riparte?
E’ arrivato il tempo
Di lasciare spazio
A chi dice che di spazio
E tempo non ne ho dato mai
Seguo il sesto senso
Della pioggia il vento
Che mi porti dritta
Dritta a te
Che freddo sentirai
E’ un inverno che è già via da noi
Allora come spieghi
Questa maledetta nostalgia?
Di tremare come foglie e poi
Di cadere al tappeto?
D’estate muoio un po’
Aspetto che ritorni l’illusione
Di un’estate che non so…
Quando arriva e quando parte,
Se riparte?
E’ un inverno che è già via da noi
Allora come spieghi
Questa maledetta nostalgia?
Di tremare come foglie e poi
Di cadere al tappeto
D’estate muoio un po’
Aspetto che ritorni l’illusione
Di un’estate che non so…
Quando arriva e quando parte,
Se riparte?
E’ arrivato il tempo
Di lasciare spazio
A chi dice che di tempo
E spazio non ne ho
Dato mai

_____________________________________________________________

Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

 

Technorati Tag: ,

 

Leggi anche:

>> Michele Zarrillo - L’elefante e la farfalla (video e testo)

>> Iron Maiden – Seventh Son of a Seventh Son (video e testo)

>> Giusy Ferreri – Novembre (video e testo)

>> Elio e le Storie Tese – Servi della Gleba (video e testo)

>> Video Led Zeppelin – Dazed and Confused – testo e traduzione

>> Amici. Il video di tutti i vincitori

>> Alan Parsons Project – Silence and I (testo e traduzione)

>> Pink Floyd – Another Brick in the Wall – The Wall (video e testo)

>> Riccardo Cocciante – Notre Dame de Paris – Bella (Video, testo)

>> Evanescence – Everybody’s fool – video, testo e traduzione

>> PFM . Stati di immaginazione – Cyber Alpha

>> PFM. Dracula in love - overture

sabato 25 aprile 2009

Michele Zarrillo - L’elefante e la farfalla (video e testo)

 

L’elefante e la farfalla è uno dei titoli più famosi del cantante romano Michele Zarrillo. Si tratta del brano di apertura dell’album omonimo del 1996.

Il brano è affascinante perché narra una condizione di sentimento struggente ed inesprimibile. La condizione di chi vuole amare liberamente e non riesce a farlo perché sente un peso che lo schiaccia. Osserva la sua amata che invece si libra leggera come una farfalla ed egli purtroppo non può fare altro che accettare questa condizione.

L’elefante e la farfalla (Michele Zarrillo)

Sono l'elefante
e non ci passo
mi trascino lento
il peso addosso.
Vivo la vergogna
e mangio da solo e non sai
che dolore sognare per chi non può mai.
Sono l'elefante
e mi nascondo
ma non c'è rifugio
così profondo.
Io non so scappare
che pena mostrarmi così
al tuo sguardo che amo e che ride di me.
Una farfalla sei
leggera e libera su me
mai
non ti raggiungerò mai
mi spezzi il cuore e te ne vai
lassù
Sono l'elefante
che posso fare
inchiodato al suolo
e a questo amore.
Provo ad inseguirti
ma cado e rimango così
non puoi neanche aiutarmi ti prego vai via.
Una farfalla tu sei
leggera e libera su me
mai
non ti raggiungerò mai
mi spezzi il cuore e te ne vai
da me.
Dentro di me dentro di me
ho un cuore di farfalla
e non potrai vedere mai
quanto lui ti assomiglia
dentro di me dentro di me
ho un cuore di farfalla
e non potrai vedere mai
quanto lui ti assomiglia
Dentro di me dentro di me
ho un cuore di farfalla.

_________________________________

Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

 

 

Leggi anche:

>> Iron Maiden – Seventh Son of a Seventh Son (video e testo)

>> Giusy Ferreri – Novembre (video e testo)

>> Elio e le Storie Tese – Servi della Gleba (video e testo)

>> Video Led Zeppelin – Dazed and Confused – testo e traduzione

>> Amici. Il video di tutti i vincitori

>> Alan Parsons Project – Silence and I (testo e traduzione)

>> Pink Floyd – Another Brick in the Wall – The Wall (video e testo)

>> Riccardo Cocciante – Notre Dame de Paris – Bella (Video, testo)

>> Evanescence – Everybody’s fool – video, testo e traduzione

>> PFM . Stati di immaginazione – Cyber Alpha

>> PFM. Dracula in love - overture

>> I grandi successi degli anni '70 - Andrew Lloyd Webber; Jesus Christ Superstar

venerdì 24 aprile 2009

Basta anche una sola idea brillante per cambiare la vita

 

La creatività è molto importante nella vita di un uomo o di una donna. In molti casi anche una sola idea brillante è stata in grado di cambiare la vita di molte persone o anche la vita di tutta l’umanità. E’ ovvio che idee poco brillanti possono invece portare alla sofferenza una persona o anche interi popoli, ma di questo magari ne parlerò in un altro articolo.

Per adesso mi basta parlare di creatività “positiva”, quindi di idee che hanno cambiato il mondo in meglio, anche se l’attributo “meglio” potrebbe essere abbastanza discutibile. Infatti molti credono che cellulari, computer e internet, ad esempio, non hanno affatto cambiato il mondo in un ambiente migliore, ma questo potrebbe essere argomento di discussioni troppo lunghe per essere trattate in questo post.

Volevo fare un esempio di idea geniale, che ha cambiato molte delle nostre abitudini di internauti. Parlo dell’introduzione di YouTube. Questo servizio di filmati online, che è diventato il quarto sito più visitato al mondo dopo Google, Msn e Yahoo, è stato introdotto solo nel 2005. Idea semplice: consentire agli utenti di mettere online i propri contenuti video. Idea tanto semplice quanto efficace: adesso pare che YouTube conti 20 milioni di visitatori mensili.

Voi ci avevate mai pensato, nel vicino 2005, che una cosa del genere potesse raggiungere un simile successo? ;)

__________________________

Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

 

 

Leggi anche:

>> Come aumentare le visite al blog: web 2.0 autoreferenziale

>> Blog aperti per guadagnare. Non è la giusta motivazione!

>> Statistiche del blog Il Potere della Fantasia. Mese di marzo 2009

>> Codice fiscale. Tutti i migliori siti dove si può calcolare.

>> Lavoro, amore, salute a febbraio 2009

>> Imparare a usare il computer è necessario

>> Internet alienante? Eppure mi ha insegnato a fare il nodo alla cravatta...

>> Se qualcuno vi chiede cosa significa Google, cosa rispondete?

>> 10000 modi per evere 5 visitatori al giorno. Ops! Volevo dire: 5 modi per avere...

>> I "buchi neri" di Internet. In questa immagine si possono vedere, come macchie scure, tutti i paesi in cui l'informazione non è libera!

>> Google. 225 miliardi di dollari di capitale e detiene meno dello 0,02% delle informazioni mondiali.

giovedì 23 aprile 2009

Iron Maiden – Seventh Son of a Seventh Son (video e testo)

 

Gli Iron Maiden sono un complesso Heavy Metal storico. Hanno composto brani davvero spettacolari, proprio come quello che vi presento in questo video, dal titolo: Seventh Son of a Seventh Son, tratto dall’album omonimo (1988).

Seventh Son Of A Seventh Son

Here they stand brothers them all
All the sons divided they'd fall
Here await the birth of the son
The seventh, the heavenly, the chosen one


Here the birth from an unbroken line
Born the healer the seventh, his time
Unknowingly blessed and as his life unfolds
Slowly unveiling the power he holds


Seventh son of a seventh son
Seventh son of a seventh son
Seventh son of a seventh son
Seventh son of a seventh son


Then they watch the progress he makes
The Good and the Evil which path will he take
Both of them trying to manipulate
The use of his powers before it's too late


Seventh son of a seventh son
Seventh son of a seventh son
Seventh son of a seventh son
Seventh son of a seventh son


Today is born the seventh one
Born of woman the seventh son
And he in turn of a seventh son
He has the power to heal
He has the gift of the second sight
He is the chosen one
So it shall be written
So it shall be done

 

Traduzione:

Settimo figlio di un settimo figlio

Qui stanno tutti i fratelli
Tutti i figli sono separati, loro cadranno
Qui si attende la nascita del figlio
Il settimo, il divino, il prescelto


Qui la nascita da una linea ininterrotta
Nasce il guaritore, il settimo, il suo tempo
Inconsapevolmente benedetto e come la sua vita rivelata
Lentamente scopre il potere che ha


Settimo figlio di un settimo figlio
Settimo figlio di un settimo figlio
Settimo figlio di un settimo figlio
Settimo figlio di un settimo figlio


Loro osservano i progressi che lui fa
Il bene e il male, quale strada prenderà
Entrambi cercano di manipolalo
Per usare il suo potere prima che sia troppo tardi


Settimo figlio di un settimo figlio
Settimo figlio di un settimo figlio
Settimo figlio di un settimo figlio
Settimo figlio di un settimo figlio


Oggi è nato il settimo figlio il settimo figlio nato da una donna
E nei panni di un settimo figlio Ha il potere di guarire
Ha il dono della seconda vista E' il prescelto
Cosi sia scritto, cosi sia fatto

_____________________________________________________________

Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

 

 

Leggi anche:

>> Giusy Ferreri – Novembre (video e testo)

>> Elio e le Storie Tese – Servi della Gleba (video e testo)

>> Video Led Zeppelin – Dazed and Confused – testo e traduzione

>> Amici. Il video di tutti i vincitori

>> Alan Parsons Project – Silence and I (testo e traduzione)

>> Pink Floyd – Another Brick in the Wall – The Wall (video e testo)

>> Riccardo Cocciante – Notre Dame de Paris – Bella (Video, testo)

>> Evanescence – Everybody’s fool – video, testo e traduzione

>> PFM . Stati di immaginazione – Cyber Alpha

>> PFM. Dracula in love - overture

>> I grandi successi degli anni '70 - Andrew Lloyd Webber; Jesus Christ Superstar

>> I grandi successi degli anni '70 - Claudio Baglioni; Questo Piccolo Grande Amore.

mercoledì 22 aprile 2009

Turbine eoliche ad asse verticale. Anche in Italia si producono.

 

Le classiche turbine eoliche ad asse orizzontale, dotate di normali eliche, sono molto grandi, ingombranti, rumorose e poco efficienti. Negli ultimi anni si sono andate affermando le turbine eoliche ad asse verticale che hanno il pregio di essere molto più piccole ed efficienti. Questo tipo di turbine potrebbe rappresentare un punto di svolta per quanto riguarda l’energia eolica domestica o comunque destinata a singoli edifici o piccoli centri abitati.

Un’altra cosa buona è che questo tipo di turbine vengono prodotte anche in Italia, come possiamo vedere nel filmato presentato. Un notevole vantaggio di questo tipo di turbine, oltre a quelli citati in precedenza, è che si attivano anche con velocità del vento basse, 2 o 3 metri al secondo, e che il loro livello di rumore è molto basso. Sono davvero adatte con l’energia alternativa domestica!

Non mi stancherò mai di dire che in Italia questo tipo di soluzioni energetiche sono eccessivamente trascurate e, senza voler fare l’uccello del malaugurio, questo comportamento non mancherà di procurare guai grossi nel futuro, anche immediato.

_____________________________________________________________

Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

 

 

Leggi anche:

>> Auto elettrica. Th!nk City: l’automobile ricaricabile con l’energia eolica.

>> La differenza tra i pannelli solari fotovoltaici e i pannelli solari termici

>> I pannelli solari nel Sahara potrebbero fornire energia a tutta l’Europa

>> Pannello solare autocostruito con meno di 50 euro (video)

>> Fusione nucleare: questa macchina potrebbe salvare il mondo!

>> Clamoroso! Un ragazzino di 12 anni ha inventato un nuovo tipo di cella solare!

>> Una turbina eolica sferica per l'energia della casa

>> La truffa dell'energia eolica in Italia

>> Automobile a energia solare italiana. La Fiat Philla (filmato)

>> Ecco quali sono le fonti di energia che potrebbero salvarci dalla schiavitù del petrolio

>> No More Gas: l'automobile che fa 120 chilometri all'ora al costo di 2 centesimi di euro al chilometro! (immagini)

>> 7 consigli per risparmiare fino al 20 percento di benzina.

>> Automobile rivoluzionaria che funziona ad aria compressa. 1,5 euro per fare 200 km!

martedì 21 aprile 2009

Come aumentare le visite al blog: web 2.0 autoreferenziale

 

Aumentare le visite al proprio blog? Credo che non esista nessun blogger davvero appassionato che non si sia scervellato mesi interi a trovare nuovi metodi per incrementare il numero di visite al proprio blog.

Molti ricorrono a dei veri e propri articoli che definirei “autoreferenziali”. Esattamente come quello che state leggendo adesso, per intenderci.

Infatti, a parte tutti i vari (soliti e scontati) consigli che si possono elencare approssimativamente come di seguito:

1) Scrivi testi originali;

2) scrivi testi di qualità;

3) iscriviti ai Social Network;

4) commenta gli altri blog;

5) usa i Feed RSS;

6) l’argomento del post deve essere chiaramente contenuto nel titolo del post stesso;

7) iscriviti alle directory;

8) scrivi elenchi di consigli utili;

9) migliora il più possibile l’aspetto estetico del blog;

10) bla bla bla, bla bla bla!

A parte questi consigli, come dicevo, esiste il consiglio di tutti i consigli:

scrivi un post su come fare ad aumentare le visite al blog! Vedrete che molti cercheranno questo argomento, quindi il vostro obiettivo sarà raggiunto.

Ed eccoci tornati al concetto di autoreferenzialità. Però non è come il cane che si morde la coda, perché in effetti si tratta di un consiglio perfettamente inutile, che si trasforma (probabilmente) in qualcosa di utile.

Molti blogger hanno scritto un articolo del genere (basta fare una piccola ricerca su Google per verificarlo). Adesso l’ho scritto anche io, così mi sono levato il pensiero e non se ne parla più ;-)

_______________________

Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

 

 

Leggi anche:

>> Blog aperti per guadagnare. Non è la giusta motivazione!

>> Statistiche del blog Il Potere della Fantasia. Mese di marzo 2009

>> Codice fiscale. Tutti i migliori siti dove si può calcolare.

>> Lavoro, amore, salute a febbraio 2009

>> Imparare a usare il computer è necessario

>> Internet alienante? Eppure mi ha insegnato a fare il nodo alla cravatta...

>> Se qualcuno vi chiede cosa significa Google, cosa rispondete?

>> 10000 modi per evere 5 visitatori al giorno. Ops! Volevo dire: 5 modi per avere...

>> Perché non bisogna abusare di OKNotizie

>> I "buchi neri" di Internet. In questa immagine si possono vedere, come macchie scure, tutti i paesi in cui l'informazione non è libera!

>> Google. 225 miliardi di dollari di capitale e detiene meno dello 0,02% delle informazioni mondiali.

Riscaldamento globale. La mappa mondiale delle previsioni.

 

Di quanto aumenterà la temperatura della Terra nel corso della vita dei nostri figli? Non esiste una previsione sicura. Rispetto agli ultimi 100 milioni di anni, la Terra attualmente sta sperimentando un periodo di freddo, infatti ha una temperatura di 4 gradi inferiore alla media.

Tuttavia nel corso degli ultimi 100 anni si è assistito ad un aumento di circa un grado. Sono in pochi a non credere che il riscaldamento stia effettivamente avvenendo. La maggior parte dei ricercatori hanno concluso che l’uomo ha causato un aumento della temperatura che è destinato ad aumentare anche nel futuro. Il problema è che l’aumento di temperatura potrebbe causare anche l’aumento del livello degli oceani, un cambiamento delle precipitazioni e lo scioglimento dei ghiacci polari.

Il risultato potrebbe avere un grosso impatto sulle agricolture locali e sull'economia globale. Alcuni progetti di Geoingegneria potrebbero includere la creazione di nubi artificiali che potrebbero ridurre la quantità di energia solare che raggiunge la superficie terrestre.

Nella mappa possiamo vedere le previsioni di aumento della temperatura tra il 2070 e il 2100 rispetto alla media registrata tra il 1960 e il 1990.

______________________________________

Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

 

 

Leggi anche:

>> L’uomo proviene dalla scimmia?

>> Il GPS

>> Il robot violinista

>> Alcuni studenti, con una fotocamera da 60 euro e un pallone, arrivano ai confini dello spazio!

>> L’83% degli studenti di matematica sono vergini!

>> Nel 2013 i supercomputer saranno in grado di simulare il cervello umano

>> Le rose sono rosse per dissuadere, non per attirare

>> Il domatore e il premio Nobel

>> Forza gravitazionale e forza elettrostatica: analogie e differenze

>> Cucinare un wurstel con l’energia solare

>> I terremoti più forti del mondo a partire dal 1900

>> Velocità della luce. Galileo fu il primo a cercare di misurarla

>> Teorema di Pitagora. Ecco come impararlo facilmente

>> Le teorie scientifiche che hanno cambiato la nostra visione del mondo

L’uomo proviene dalla scimmia?

 

L’uomo proviene dalla scimmia? Il titolo è provocatorio, ma fino ad un certo punto. L’immagine che vi propongo è suggestiva per più di un motivo. Molti ancora credono che tra le scimmie attuali, come lo scimpanzè che vediamo, e l’uomo non ci sia alcuna correlazione. Ma non appena vediamo uno scimpanzè che a causa di una malattia ha perso il pelo, ecco che apriamo gli occhi. La somiglianza è talmente lampante che non è possibile ignorarla. E’ ovvio che la somiglianza non prova nulla (ci sono prove molto più solide a sostegno della discendenza dell’uomo dalla scimmia), ma può contribuire ad aprire gli occhi a coloro che ancora hanno le idee confuse a tal proposito. Quindi, a quanto pare, Darwin aveva ragione ;-)

L’origine dell’uomo è un problema complicato, non perché le prove scientifiche siano vaghe o frammentarie, ma perché molti si ostinano a interpretare le Sacre Scritture come se fossero dei manuali di biologia e non come ciò che sono: la testimonianza dell’esistenza di una spiritualità umana, narrata in un’epopea straordinaria.

Purtroppo gli integralismi religiosi (anche cristiani) sono difficili da estirpare e servono a schiacciare le coscienze delle persone, manipolandole e rendendole incapaci di pensare con il proprio cervello. Per questo molti interpretano le Sacre Scritture a loro uso e consumo, trovandoci solo ciò che per loro è conveniente…

____________________________________

Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

 

 

Leggi anche:

>> Il GPS

>> Il robot violinista

>> Alcuni studenti, con una fotocamera da 60 euro e un pallone, arrivano ai confini dello spazio!

>> L’83% degli studenti di matematica sono vergini!

>> Nel 2013 i supercomputer saranno in grado di simulare il cervello umano

>> Le rose sono rosse per dissuadere, non per attirare

>> Il domatore e il premio Nobel

>> Conchiglie ai raggi X

>> Forza gravitazionale e forza elettrostatica: analogie e differenze

>> Cucinare un wurstel con l’energia solare

>> I terremoti più forti del mondo a partire dal 1900

>> Velocità della luce. Galileo fu il primo a cercare di misurarla

>> Teorema di Pitagora. Ecco come impararlo facilmente

>> Le teorie scientifiche che hanno cambiato la nostra visione del mondo

lunedì 20 aprile 2009

Meduse che fluttuano nelle profondità degli abissi marini

 

Le meduse di solito sono esseri viventi che suscitano delle reazioni di ripulsa o comunque non ispirano sensazioni piacevoli. Specialmente coloro che almeno una volta hanno “assaggiato” i loro tentacoli urticanti, non proveranno certamente una grande simpatia.

Nonostante tutto, se guardate con occhio “estetico” nei confronti delle meraviglie della natura, le meduse sono delle creature davvero stupende e affascinanti, persino belle. In questo filmato vediamo che le meduse mostrano una straordinaria varietà di forme, colori, movimenti. Alcune sono persino fosforescenti e si mostrano nelle tenebre degli abissi come fantasmi che fluttuano leggeri.

Vi lascio al filmato, che è tutto da godere, anche perché la colonna sonora è altrettanto bella del video.

_________________________

Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

 

 

Leggi anche:

>> Spettacolari riprese con telecamera ad alta velocità

>> Pitagora Suicchi

>> Mai dire Grande Fratello. Puntata 13 del 8 aprile 2009

>> Masturbazione

>> La fabbrica della Ferrari

>> Stuntman strabilianti

>> Kill Bill in un minuto – Video divertente

>> Tecniche di difesa personale

>> Un uccello pesca come gli umani!

>> Un’orca attacca una foca con le onde

>> Un metallo che ricorda la sua forma originaria?

>> Inventata una macchina in grado di vedere le immagini che pensiamo nella nostra mente!

>> Una lampadina che galleggia nell'aria!

Come oscilla un pendolo su Giove? (filmato)

In questo filmato possiamo vedere una bella rappresentazione di come cambia il periodo di oscillazione di un pendolo semplice in vari corpi ...