martedì 31 marzo 2009

Amici. Il video di tutti i vincitori



Anche questa edizione di Amici di Maria De Filippi 2009 si è conclusa; la vincitrice è stata la cantante Alessandra Amoroso, interprete del pezzo “Immobile” e di “Stupida” che sentiamo spesso alla radio.
Ma questa non è certamente la prima edizione del celebre talent show bensì l’ottava edizione. Per rinfrescare la memoria ecco la lista dei precedenti vincitori di Amici:




  • Dennis Fantina 2002 Cantante






  • Giulia Ottonello 2003 Cantante






  • Leon Cino 2004 Ballerino






  • Antonino Spadaccino 2005 Cantante






  • Ivan D’Andrea 2006 Ballerino






  • Federico Angelucci 2007  Cantante






  • Marco Carta 2008 Cantante






  • Alessandra Amoroso 2009 Cantante 






  • Emma Marrone 2010 Cantante







  • Ogni nome è collegato al link del sito, del blog o del forum ufficiale del vincitore di Amici, così potete scoprire che fine ha fatto quando i riflettori del programma si sono spenti per lui o lei.
    Quasi ad ogni edizione del programma viene prodotto anche il cd dove i cantanti si esibiscono, o con cover o con inediti creati appositamente per loro. Questi sono i cd che sono usciti edizione dopo edizione :

    2002 Saranno Famosi
    2003 Amici Musical
    2003 Amici - I ragazzi del 2003
    2003 Amici Festa (2 volumi)
    2004 Amici
    2007 Bianco & Blu
    2008 Ti Brucia
    2009 Scialla 


    Quest’ultimo sembra che abbia battuto ogni record di vendite. “Scialla” - il CD di inediti di Amici 2009 su etichetta Sony Music, uscito venerdì 16 gennaio - dopo pochissimo tempo  si è aggiudicato il doppio disco di platino grazie alle oltre 160.000 copie vendute.

    In questo video potete vedere un collage dei vincitori di Amici di Maria De Filippi dalla prima edizione in poi, esclusa l’edizione 2009, così da collegare i nomi ai visi.










  • ___________________________________________________
    Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.





    Leggi anche:
    >> Alan Parsons Project – Silence and I (testo e traduzione)
    >> Pink Floyd – Another Brick in the Wall – The Wall (video e testo)
    >> Riccardo Cocciante – Notre Dame de Paris – Bella (Video, testo)
    >> Evanescence – Everybody’s fool – video, testo e traduzione
    >> PFM . Stati di immaginazione – Cyber Alpha
    >> PFM. Dracula in love - overture
    >> I grandi successi degli anni '70 - Andrew Lloyd Webber; Jesus Christ Superstar
    >> I grandi successi degli anni '70 - Claudio Baglioni; Questo Piccolo Grande Amore.
    >> I grandi successi degli anni '70 - Jean-Michel Jarre; Oxygene
    >> I grandi successi degli anni '70 - Alan Sorrenti; Figli delle Stelle
    >> I grandi successi degli anni '70 - Mike Oldfield; Tubular Bells
    >> I grandi successi degli anni '70 - Angelo Branduardi; Alla Fiera dell'Est
  • Parabola

     

    Definizione:

    La parabola è il luogo dei punti del piano equidistanti da un punto che si dice fuoco e da una retta che si dice direttrice.

    La distanza del fuoco dalla direttrice si dice parametro, il punto medio di quella distanza si dice vertice della parabola e la retta condotta per il fuoco e perpendicolare alla direttrice si dice asse della parabola.

    Quindi nella parabola di equazione:

    parabola

    ● il vertice è il punto (0; 0);

    ● la direttrice è la retta di equazione:

    direttrice

    ● il fuoco è il punto (0; 1/4a);

    ● l’asse y è asse di simmetria per la parabola.

    L’equazione:

    equazione_parabola

    Rappresenta una parabola il cui vertice è il punto di coordinate:

    vertice_parabola

    il cui asse di simmetria è la retta, parallela all’asse y, di equazione:

    asse_parabola

    il cui fuoco è il punto di coordinate:

    fuoco_parabola

    e la cui direttrice è la retta, parallela all’asse x, di equazione:

    direttrice_parabola

    Su questi risultati possiamo fare alcune osservazioni importanti:

    ■ se nell’equazione precedente a > 0, allora il vertice della parabola è il punto che ha la minima ordinata; in questo caso si dice che la parabola “volge la concavità verso l’alto”;

    ■ se a < 0, invece il vertice della parabola è il punto che ha massima ordinata; in questo caso si dice che la parabola “volge la concavità verso il basso”;

    ■ Con l’aumentare, in valore assoluto, del coefficiente a, la parabola risulta meno aperta, come si può constatare disegnando i grafici di due parabole aventi un diverso valore di a.

    ■ Il coefficiente b è legato alla posizione dell'asse della parabola (la retta verticale passante per il punto di ascissa), che ha equazione:

    asse_parabola

    ■ Il termine noto c della funzione:

    equazione_parabola

    rappresenta l’ordinata del punto di intersezione della corrispondente parabola con l’asse delle y.

    E’ possibile definire la parabola anche rispetto all’asse x, con questa equazione:

    equazione_parabola2

    in questo caso avremo:

    Vertice:

    vertice_parabola2

    Asse di simmetria:

    asse_parabola2

    Fuoco:

    fuoco_parabola2

    Direttrice:

    direttrice_parabola2

    _________________________________

    Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

     

     

    Leggi anche:

    >> Sistemi di equazioni di primo grado

    >> Le prime 1000 cifre di pi greco

    >> E = mc²: la formula fisica più famosa della storia

    >> Matrici e determinanti

    >> Numeri decimali

    >> Algoritmo

    >> Forza gravitazionale e forza elettrostatica: analogie e differenze

    >> Cucinare un wurstel con l’energia solare

    >> Velocità della luce. Galileo fu il primo a cercare di misurarla

    >> Teorema di Pitagora. Ecco come impararlo facilmente

    >> Le teorie scientifiche che hanno cambiato la nostra visione del mondo

    >> Le 10 cose più strane che si possono trovare nello spazio cosmico

    >> Alcuni ricercatori hanno trovato il gene che causa l'eiaculazione precoce!

    >> Un'oca preistorica gigante raggiungeva le dimensioni di un piccolo aereo!

    lunedì 30 marzo 2009

    Un fungo atomico molto allegro

     

    Questo fungo atomico non distrugge, non produce inquinamento radioattivo e non uccide nessuno. Anzi, visto il suo aspetto, direi proprio che infonde una certa allegria.

    Qualcuno, vedendolo, ha detto:

    Mio Dio, è pieno di stelle!”. Lascio a voi, appassionati (e non) di fantascienza, il compito di capire da dove viene la citazione ;-)

    ______________________

    Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

     

     

    Leggi anche:

    >> Donne manipolate… al computer!

    >> Questo è un albero!

    >> Uno sguardo nel passato

    >> Una questione di prospettiva

    >> Un albero davvero curioso!

    >> Questo è un miraggio

    >> Cosa c’è alla fine dell’arcobaleno? Ecco la risposta…

    >> Il pannello dei comandi dello Shuttle

    >> Una spettacolare nube lenticolare in Nuova Zelanda

    >> Etna: una fotomodella davvero eccezionale

    >> Tornado e arcobaleno nei cieli del Kansas

    >> Una spettacolare, silenziosa esplosione di colori!

    >> Le 10 cose più strane che si possono trovare nello spazio cosmico

    >> Il buco dell'ozono dal 1979 ad oggi

    I vulcani di fango su Marte suggeriscono la presenza di vita sul pianeta rosso

     

    Se questo è un vulcano di fango su Marte, allora potrebbe ospitare microbi marziani? Questa strana possibilità è suggerita da alcune recenti interessanti scoperte effettuate sul pianeta rosso. La prima consiste nella somiglianza tra i vulcani di fango sulla Terra e i vulcani di lava e i crateri da impatto su Marte. Se guardiamo l’immagine proposta, possiamo vedere che la struttura frastagliata del terreno è consistente con l’ipotesi di una superficie ghiacciata che si è fratturata. Inoltre si è scoperto, grazie ad immagini all’infrarosso ottenute dallo spazio, che le colline come questa si raffreddano più velocemente rispetto alle rocce circostanti, suggerendo che si tratta di fango ancora umido. Anche il colore suggerisce la presenza di acqua.

    A questo scenario si aggiunge il fatto che sulla superficie di Marte sono state osservati pennacchi di gas metano di origine ancora sconosciuta.

    Una ipotesi abbastanza plausibile suggerisce che l’origine del gas metano sarebbero proprio i vulcani di fango come quelli dell’immagine. Il loro fango ospiterebbe dei microorganismi che producono il metano.

    (clicca sull’immagine per vederla ingrandita)

    _____________________________________

    Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

     

     

    Leggi anche:

    >> La nebulosa gabbiano

    >> Cosa sono i buchi neri? Video intervista a Valeria Ferrari

    >> Come nasce una stella? Video intervista a Valeria Ferrari

    >> Le misteriose sorgenti di raggi gamma nell’Universo

    >> Oggi comincia la primavera astronomica. Quella meteo invece sembra lontana…

    >> La cometa Lulin e le galassie distanti

    >> Il grande meteorite del 1972, visibile di giorno

    >> Oggi alle 14:44 (ora italiana) un asteroide passerà a 63500 chilometri dalla Terra

    >> L’occhio di Dio si trova nel cielo

    >> La cometa Lulin, visibile in questi giorni, ha due code!

    >> 2007 VK184. Ecco l’asteroide che ha la maggiore probabilità di avere un impatto con la Terra.

    >> La cometa Lulin si sta avvicinando!

    >> L'asteroide 2009 BD sfiorerà la Terra

    >> Ecco le foto dell'occultazione di Venere da parte della Luna dell'1 dicembre 2008

    domenica 29 marzo 2009

    Il GPS

     

    Che cos’è il GPS

    Il GPS (Global Positioning System) è un sistema di satelliti che serve per stabilire la posizione di aerei, navi, veicoli ed altri oggetti con una precisione di alcuni metri. Il GPS è stato sviluppato nel 1977, per scopi militari, dal dipartimento della difesa americana. Solo di recente viene utilizzato per applicazioni di uso civile.

    Il sistema è composto da 24 satelliti, disposti su 6 orbite attorno alla Terra. Tutti i satelliti compiono un giro completo in 12 ore e girano alla stessa altezza sopra la superficie terrestre, circa 20000 Km. La posizione di ogni satellite sulla sua orbita è tale che, da un punto qualsiasi della Terra, almeno 5 satelliti sono contemporaneamente “visibili” nel cielo.

    reseau-gps

     

    Il ricevitore GPS

    Il sistema GPS necessita di un ricevitore che si trova nel punto di cui si vuole conoscere la posizione. La sua funzione è quella di ricevere i segnali radio ad alta frequenza inviati dai satelliti, fare i calcoli e stabilire la sua posizione mediante tre coordinate spaziali (latitudine, longitudine e quota).

    Gps_spectec_SDG_812_bluetoo

    Per stabilire la posizione del ricevitore si usa il sistema della trilaterazione, descritto nella figura mostrata sotto.

    Il ricevitore capta i segnali provenienti da tre satelliti diversi e calcola la sua distanza da ognuno di essi. La sua posizione è data dall’intersezione di tre circonferenze ognuna delle quali ha come centro un satellite e come raggio la distanza del satellite dal ricevitore.

    gps-3-satellite

     

    Altri sistemi di navigazione satellitare

    Esiste anche un sistema di navigazione satellitare russo, si chiama GLONASS, composto da 24 satelliti posti su tre piani orbitali ad un’altezza di circa 19100 Km.

    E’ in progetto un sistema di navigazione satellitare europeo; si chiama Galileo e sarà realizzato dall’ESA (Agenzia Spaziale Europea). Il sistema Galileo è composto da 30 satelliti che girano ad un’altezza di poco superiore ai 20000 Km. Da ogni punto della Terra sarà possibile ricevere segnali da almeno 4 satelliti. L’Italia, come Francia, la Germania e la Gran Bretagna, ha una partecipazione del 17% nel progetto Galileo.

    __________________________

    Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

     

     

    Leggi anche:

    >> Il robot violinista

    >> Alcuni studenti, con una fotocamera da 60 euro e un pallone, arrivano ai confini dello spazio!

    >> L’83% degli studenti di matematica sono vergini!

    >> Nel 2013 i supercomputer saranno in grado di simulare il cervello umano

    >> Le rose sono rosse per dissuadere, non per attirare

    >> Il domatore e il premio Nobel

    >> Conchiglie ai raggi X

    >> Algoritmo

    >> Forza gravitazionale e forza elettrostatica: analogie e differenze

    >> Cucinare un wurstel con l’energia solare

    >> I terremoti più forti del mondo a partire dal 1900

    >> Velocità della luce. Galileo fu il primo a cercare di misurarla

    >> Teorema di Pitagora. Ecco come impararlo facilmente

    >> Le teorie scientifiche che hanno cambiato la nostra visione del mondo

    La fine di Berlusconi

     

    Quale sarà la fine di Silvio Berlusconi? E’ difficile dirlo, però potrebbe essere possibile azzardare qualche ipotesi. Io ci ho pensato partendo dalle seguenti osservazioni:

     

    a) Non ha mai trovato un suo erede.

    I suoi figli non sembrano alla sua altezza e nemmeno i politici suoi alleati lo sembrano. Nessuno di loro sembra possedere il suo carisma e le sue capacità. Se venisse a mancare, nessuno potrebbe continuare l’opera che lui ha cominciato.

     

    b) Non è mai riuscito a creare una “cultura di destra”.

    Niente teatro di destra, cinema di destra, scrittori o scienziati di destra. Insomma sembra che tutti gli “intellettuali” siano di sinistra, quelli orientati a destra restano una minoranza. In ogni caso sarebbero comunque di “vera destra” e non “berlusconiani”. Non c’è un ideologo di destra che potrebbe portare avanti le idee di Berlusconi.

     

    Questi due presupposti fanno pensare che la sua scomparsa segnerà anche la fine dell’”era Berlusconiana”. Parlo di scomparsa non perché gli stia augurando qualche disgrazia, ma perché mi sembra improbabile che la sinistra attuale sia in grado di batterlo alle elezioni nei prossimi 20 anni… quando lui avrà ben 93 anni e la sua scomparsa non sarebbe certo precoce! In ogni caso finirebbe la sua vita da trionfatore.

    Voi cosa ne pensate?

    ________________

    Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

     

     

    Leggi anche:

    >> Le bollette? Paghiamole con l’ottimismo di Berlusconi…

    >> La culocrazia della Gelmini

    >> Obama investe sulla scuola, in Italia si taglia sulla scuola. Ma perché i nostri politici sono così ottusi?

    >> La reazione dei nostri politici ad un vero giornalista che fa vere domande...

    >> Brunetta e Microsoft. Anche in questo l'Italia va in direzione opposta rispetto al resto del mondo...

    >> Berlusconi non licenzierà nessuno... semplicemente non riconfermerà i contratti dei precari!

    >> Barack Obama investirà 150 miliardi di dollari nella ricerca scientifica!

    >> Obama ha vinto!

    >> Beh, in effetti su una cosa Brunetta aveva ragione...

    >> Presidente, io da lei mi farei toccare!

    >> Renzo Bossi: piccoli leader crescono... wow, in che mani siamo!

    >> 5 settembre 1938. Per non dimenticare...

    >> La scuola secondo la Gelmini

    >> I politici hanno una loro etica. Tutta loro. Ed è una tacca più sotto di quella di un maniaco sessuale.

    sabato 28 marzo 2009

    La sindrome di Asperger. Il genio che non sa comprendere gli altri.

    Di solito la sindrome di Asperger è in qualche modo assimilata all’autismo, anche se presenta delle caratteristiche molto meno invalidanti.

    Si tratta di un disturbo dello sviluppo mentale che non intacca le capacità cognitive, ma è caratterizzato da difficoltà nel comportamento sociale. Di solito i soggetti con la sindrome di Asperger possiedono una intelligenza media o anche superiore alla media.

     

    I sintomi più comuni

    I sintomi più comuni della sindrome di Asperger sono:

    ● Incapacità di leggere le espressioni facciali delle persone.

    ● In molti casi non sono capaci nemmeno di guardare in faccia le altre persone, oppure non riescono a guardarle negli occhi.

    ● Attenzione ossessiva su dettagli che possono sembrare poco importanti. In realtà su determinati argomenti che li ossessionano possono raggiungere un livello di competenza superiore a chiunque.

    ● Una capacità logica fuori dal comune.

    ● Movimenti ripetitivi e stereotipati.

    ● Eccessivo interesse per parti di oggetti

     

    Molti soggetti affetti da sindrome di Asperger in realtà, come dicevo, possiedono capacità mentali fuori dal comune, perché questo disturbo non è mai associato a ritardo mentale. Molti famosi “geek” sono convinti di avere questa sindrome che causerebbe la loro straordinaria capacità informatica.

    Le cause del disturbo dovrebbero essere di origine genetica e colpiscono circa una persona ogni 250.

    ______________________________________________________________________________

    Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

     

     

    Leggi anche:

    >> 10 modi per evitare l’insonnia

    >> Povia. Luca era gay: una canzone che rivela una malcelata omofobia

    >> I saggi avevano ragione: il denaro non rende felici!

    >> Roba da fantascienza: una pillola per cancellare selettivamente i ricordi traumatici!

    >> Una soprendente illusione ottica!

    >> Lo stato combatte le dipendenze dannose, ma no... le favorisce!

    >> Depressione giovanile

    >> Le stravaganze delle illusioni ottiche

    >> Ma tutti questi malati di sesso da dove sono usciti?

    >> Bisogna diffidare di due categorie di persone: quelle che non hanno personalità, e quelle che ne hanno più di una!

    >> Le vittime più probabili delle sette religiose sono proprio quelli che pensano che non ci cascheranno mai!

    >> La paralisi notturna: un fenomeno spesso terrificante. A voi è mai capitata?

    venerdì 27 marzo 2009

    La nebulosa gabbiano

     

    Questo coloratissimo panorama stellare è stato ottenuto dalla combinazione di due immagini ottenute con strumenti diversi. La nebulosa che possiamo ammirare si chiama Nebulosa Gabbiano, a causa della sua forma che ricorda abbastanza bene il volatile che vive nei mari.

    Il campo inquadrato abbraccia un’area di 4x3 gradi in prossimità del piano della Via Lattea, nella direzione della stella Sirio, la più luminosa della costellazione del Cane Maggiore (e anche la stella più luminosa del cielo).

    Quella che vediamo è una regione di intensa formazione di nuove stelle, che include oggetti di differente catalogazione. La zona della “testa del gabbiano”, che comprende anche una nebulosa oscura formata da polveri e gas, si chiama NGC 2327. Il resto del corpo del gabbiano è una nebulosa ad emissione catalogata come IC 2177.

    Questo complesso di nebulose si trova a 3800 anni luce di distanza e si estende per 250 anni luce.

    (clicca sull’immagine per vederla ingrandita)

    _____________________________________

    Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

     

     

    Leggi anche:

    >> Cosa sono i buchi neri? Video intervista a Valeria Ferrari

    >> Come nasce una stella? Video intervista a Valeria Ferrari

    >> Le misteriose sorgenti di raggi gamma nell’Universo

    >> Oggi comincia la primavera astronomica. Quella meteo invece sembra lontana…

    >> Il residuo della supernova di Tycho

    >> La cometa Lulin e le galassie distanti

    >> Il grande meteorite del 1972, visibile di giorno

    >> Oggi alle 14:44 (ora italiana) un asteroide passerà a 63500 chilometri dalla Terra

    >> L’occhio di Dio si trova nel cielo

    >> La cometa Lulin, visibile in questi giorni, ha due code!

    >> 2007 VK184. Ecco l’asteroide che ha la maggiore probabilità di avere un impatto con la Terra.

    >> La cometa Lulin si sta avvicinando!

    >> L'asteroide 2009 BD sfiorerà la Terra

    >> Ecco le foto dell'occultazione di Venere da parte della Luna dell'1 dicembre 2008

    Donne manipolate… al computer!

     

    La 3D computer graphics fa davvero miracoli. E permette di esprimere, dal punto di vista artistico, dei concetti che possiamo definire surreali e paradossali. Queste “donne manipolate al computer” sono davvero delle realizzazioni molto interessanti. Il “genio” che le ha ideate si chiama Michael Oswald, chiamato MichaelO, un artista digitale californiano.

    Le immagini sono ricavate da delle foto reali di donne; in seguito le foto vengono pesantemente ritoccate al computer. I risultati sono quelli che potete ammirare in queste immagini che vi presento.

     

     

     

     

    _________________________________________________________

    Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

     

     

    Leggi anche:

    >> Questo è un albero!

    >> Uno sguardo nel passato

    >> Una questione di prospettiva

    >> Un albero davvero curioso!

    >> Le 4 fasi della vita di un uomo…

    >> Questo è un miraggio

    >> Cosa c’è alla fine dell’arcobaleno? Ecco la risposta…

    >> Il pannello dei comandi dello Shuttle

    >> Una spettacolare nube lenticolare in Nuova Zelanda

    >> Etna: una fotomodella davvero eccezionale

    >> Tornado e arcobaleno nei cieli del Kansas

    >> Una spettacolare, silenziosa esplosione di colori!

    >> Le 10 cose più strane che si possono trovare nello spazio cosmico

    >> Il buco dell'ozono dal 1979 ad oggi

    giovedì 26 marzo 2009

    Alan Parsons Project – Silence and I (testo e traduzione)

     

    Silence and I (tratto dall’album Eye in the Sky, 1982) è forse uno dei più belli che siano mai stati realizzati dal mitico complesso degli Alan Parsons Project. Con una orchestrazione complessa, potente e magistrale, dai passaggi veloci ed entusiasmanti, frequenti cambiamenti di ritmo, non annoia mai l’ascoltatore che resta stupito da una narrazione musicale che si alterna tra un sentimento di struggente solitudine e una euforia piena di speranza.

    Il brano fa parte dell’album Eye in the Sky, del 1982, interamente ispirato dall’omonimo racconto di Philip K. Dick.

    Silence and I

    If I cried out loud 
    over sorrows I've known 
    And the secrets I've heard, 
    It would ease my mind 
    Someone sharing the load, 
    But I won't breathe a word. 

    We're two of a kind, 
    Silence and I. 
    We need a chance to talk things over. 
    Two of a kind, 
    Silence and I. 
    We'll find a way to work it out. 

    While the children laughed, 
    I was always afraid 
    of the smile of the clown. 
    So I close my eyes 
    Till I can't see the light 
    And I hide from the sound. 

    We're two of a kind. 
    Silence and I. 
    We need a chance to talk things over. 
    Two of a kind, 
    Silence and I. 
    We'll find a way to work it out. 

    I can hear the cry 
    Of the leaf on a tree 
    As it falls to the ground. 
    I can hear the call 
    of an echoing voice 
    And there's no one around. 

    We're two of a kind, 
    Silence and I. 
    We need a chance to talk things over. 
    Two of a kind, 
    Silence and I. 
    We'll find a way to work it out.

    Io e il silenzio

    Se urlassi a squarciagola 
    per dolori che ho provato 
    e per segreti che ho ascoltato, 
    placherebbe la mia mente 
    qualcuno che ne condivida il peso, 
    ma non emetterò neppure una sillaba. 

    Siamo della stessa natura, 
    io e il Silenzio. 
    Abbiamo bisogno di un'occasione per discutere. 
    Della stessa natura, 
    io e il Silenzio. 
    Troveremo un modo per risolvere il problema. 

    Mentre i fanciulli ridevano, 
    ero sempre spaventato 
    dal sorriso del pagliaccio. 
    Così chiudo gli occhi 
    finchè non vedrò più la luce, 
    nascondendomi dal suono. 

    Siamo della stessa natura, 
    io e il Silenzio. 
    Abbiamo bisogno di un'occasione per discutere. 
    Della stessa natura, 
    io e il Silenzio. 
    Troveremo un modo per risolvere il problema. 

    Posso udire il lamento 
    di una foglia di un albero 
    mentre cade al suolo. 
    Posso udire il richiamo 
    di una voce echeggiante 
    ma non vi è nessuno d'intorno. 

    Siamo della stessa natura, 
    io e il Silenzio. 
    Abbiamo bisogno di un'occasione per discutere. 
    Della stessa natura, 
    io e il Silenzio. 
    Troveremo un modo per risolvere il problema.

    ______________________________________

    Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

     

     

    Leggi anche:

    >> Pink Floyd – Another Brick in the Wall – The Wall (video e testo)

    >> Riccardo Cocciante – Notre Dame de Paris – Bella (Video, testo)

    >> Evanescence – Everybody’s fool – video, testo e traduzione

    >> PFM . Stati di immaginazione – Cyber Alpha

    >> PFM. Dracula in love - overture

    >> I grandi successi degli anni '70 - Andrew Lloyd Webber; Jesus Christ Superstar

    >> I grandi successi degli anni '70 - Claudio Baglioni; Questo Piccolo Grande Amore.

    >> I grandi successi degli anni '70 - Jean-Michel Jarre; Oxygene

    >> I grandi successi degli anni '70 - Alan Sorrenti; Figli delle Stelle

    >> I grandi successi degli anni '70 - Mike Oldfield; Tubular Bells

    >> I grandi successi degli anni '70 - Angelo Branduardi; Alla Fiera dell'Est

    >> I grandi successi degli anni '70 - Guerre Stellari (Star Wars); John Williams

    Le bollette? Paghiamole con l’ottimismo di Berlusconi…

     

    Pensando a questa crisi, mi sono venute alcune idee geniali per risolverla in pochissimo tempo. Ah, se ci fossi io al Governo dell’Italia! A quest’ora sarebbe il Paese più bello del mondo…

    In realtà devo essere un po’ più modesto, perché (non ditelo troppo in giro, però) queste idee mi sono state ispirate da quell’immenso e straordinario Statista qual è Silvio Berlusconi. Un uomo dallo straordinario acume politico e anche un ottimo psicologo!

    Ottimismo! Lo dice anche il famoso Seligman, che ha scritto un famoso bestseller sull’ottimismo.

    E qui mi si è accesa una lampadina…

    Ho pensato che tutti coloro che hanno perso il lavoro, per pagare i loro debiti, le loro bollette, le loro rate, potrebbero pagare in ottimismo!

    Potrebbero dire: “Soldi non ne ho, ma ho tanto tanto tanto, ma tanto ottimismo!" Pago con quello. Niente assegni, né bancomat, OTTIMISMO!”.

    Ma se nemmeno l’ottimismo può risolvere il problema, allora c’è quell’altra soluzione…

    Qual è? Ma dico, ma non mai state attenti quando Lui parla?

    L’altra soluzione è sposare uno dei suoi figli, che diamine!

    __________________________________________________

    Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

     

     

    Leggi anche:

    >> La culocrazia della Gelmini

    >> Obama investe sulla scuola, in Italia si taglia sulla scuola. Ma perché i nostri politici sono così ottusi?

    >> La reazione dei nostri politici ad un vero giornalista che fa vere domande...

    >> Brunetta e Microsoft. Anche in questo l'Italia va in direzione opposta rispetto al resto del mondo...

    >> Berlusconi non licenzierà nessuno... semplicemente non riconfermerà i contratti dei precari!

    >> Barack Obama investirà 150 miliardi di dollari nella ricerca scientifica!

    >> Obama ha vinto!

    >> Beh, in effetti su una cosa Brunetta aveva ragione...

    >> Francesca Fornario e la sua meravigliosa satira sul precariato

    >> Presidente, io da lei mi farei toccare!

    >> Renzo Bossi: piccoli leader crescono... wow, in che mani siamo!

    >> 5 settembre 1938. Per non dimenticare...

    >> La scuola secondo la Gelmini

    >> I politici hanno una loro etica. Tutta loro. Ed è una tacca più sotto di quella di un maniaco sessuale.

    mercoledì 25 marzo 2009

    Codice fiscale. Tutti i migliori siti dove si può calcolare.

     

    Il codice fiscale ormai è un identificativo assolutamente indispensabile per qualsiasi interazione con privati, enti e amministrazioni Pubbliche. L’unico codice veramente valido è quello rilasciato dall’Agenzia delle Entrate. Per i privati il codice fiscale viene determinato in base ai dati anagrafici (nome, cognome, data di nascita, luogo di nascita, sesso). E’ formato da 16 caratteri alfanumerici ed è possibile calcolarlo anche con numerosi strumenti che possiamo reperire online. Ovviamente il codice fiscale così calcolato non ha alcun valore legale, tuttavia questi strumenti possono essere utili ogni volta che ci serve verificarne la correttezza. Per questo ho selezionato una serie di siti che rendono possibile il calcolo del codice fiscale, mettendoli in ordine di notorietà sul motore di ricerca Google.

    Buon calcolo a tutti ;-)

     

     

    Codicefiscale.com

    Il sito più noto ed efficiente per il calcolo del codice fiscale. Da esso è possibile scaricare anche dei software per windows a pagamento. Uno di questi software è molto interessante, perché permette di estrarre i dati anagrafici di una persona partendo dal suo codice fiscale.

     

     

    Comuni d’Italia – Servizi al cittadino e alle Pubbliche amministrazioni

    Questo servizio per il calcolo del codice fiscale è semplice, efficiente ed essenziale.

     

     

    Calcolo del Codice Fiscale

    Il servizio, oltre al form da compilare per il calcolo rapido del codice fiscale, mostra una esauriente spiegazione su come si fa a calcolarlo. Una piccola guida teorica che può servire a tutti coloro che hanno bisogno di sapere esattamente i metodi di calcolo del codice.

     

     

    Calcolo del Codice Fiscale. Tool by Freeonline.it

    Anche questo è un servizio molto semplice, chiaro e veloce. Basta compilare il form con i dati personali e premere il pulsante “calcola ora”.

     

     

    Moduli.it – Codice Fiscale

    Molto semplice e chiaro, il form da complilare con i dati personali è veloce come quello degli altri siti presentati. La cosa interessante del sito è che possiede una documentazione davvero molto completa e dettagliata su tutti gli aspetti che riguardano il Codice Fiscale.

     

     

    Calcolo del Codice Fiscale e controllo formale di correttezza

    Ecco un altro interessante sito che permette il calcolo del CF. La cosa particolare è che il form da compilare per il calcolo ha quasi esattamente l’aspetto di un classico tesserino del Codice Fiscale. Una volta effettuato il calcolo il CF può essere anche mandato all’utente via e-mail. Selezionando una casella di spunta è possibile anche controllare la correttezza di un CF noto.

     

     

    Paginainizio – Calcolo e verifica del Codice Fiscale

    Anche in questo caso basta compilare il modulo con i dati personali e premere il pulsante per ottenere il CF. Seguendo un link nella stella pagina proposta è possibile anche verificare un codice fiscale noto.

    __________________________________

    Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

     

     

    Leggi anche:

    >> Lavoro, amore, salute a febbraio 2009

    >> Imparare a usare il computer è necessario

    >> Internet alienante? Eppure mi ha insegnato a fare il nodo alla cravatta...

    >> Se qualcuno vi chiede cosa significa Google, cosa rispondete?

    >> 10000 modi per evere 5 visitatori al giorno. Ops! Volevo dire: 5 modi per avere...

    >> Perché non bisogna abusare di OKNotizie

    >> I "buchi neri" di Internet. In questa immagine si possono vedere, come macchie scure, tutti i paesi in cui l'informazione non è libera!

    >> Google. 225 miliardi di dollari di capitale e detiene meno dello 0,02% delle informazioni mondiali.

    Stuntman strabilianti

     

    Spesso li vediamo, senza volto, popolare i film thriller o di fantascienza e di azione. Solo loro che fanno il lavoro “pericoloso”. Cadute, lotte all’ultimo sangue, tuffi, incidenti spettacolari, attraversamenti di muri di fuoco. Stiamo parlando ovviamente degli stuntman. Sono atleti capaci davvero di tutto. In questo filmato li vediamo durante alcuni allenamenti e possiamo ammirare appieno le loro incredibili capacità. Pur restando nell’anonimato, anche loro hanno diritto a quell’attimo di notorietà che si sono guadagnati grazie alle loro rare capacità e al loro duro lavoro. Non dimentichiamoci che sono persone che rischiano la vita. In Italia esiste una scuola di stuntman, la prima nel nostro Paese, il cui sito Internet può essere visitato a questo indirizzo.

    _________________________________________________________

    Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

     

     

    Leggi anche:

    >> Kill Bill in un minuto – Video divertente

    >> Tecniche di difesa personale

    >> Un uccello pesca come gli umani!

    >> Un’orca attacca una foca con le onde

    >> Un metallo che ricorda la sua forma originaria?

    >> 30 anni di evoluzione Apple in 3 minuti

    >> Foto di Stephen Hawking

    >> L'obesità è un problema mentale

    >> Inventata una macchina in grado di vedere le immagini che pensiamo nella nostra mente!

    >> Una lampadina che galleggia nell'aria!

    >> L'era delle armi nucleari non è ancora finita!

    >> In Romania si abolisce la teoria dell'evoluzione delle specie dai programmi scolastici

    >> Le teorie scientifiche che hanno cambiato la nostra visione del mondo

    >> Quale sarebbe il record di salto in alto sulla Luna?

    La differenza tra i pannelli solari fotovoltaici e i pannelli solari termici

     

    Questo interessante video spiega qual è la differenza tra i pannelli solari fotovoltaici e quelli termici. I pannelli solari trasformano l’energia solare in energia direttamente utilizzabile per il nostro fabbisogno quotidiano. In un periodo di crisi come quello che stiamo vivendo nell’epoca attuale, capiamo benissimo quanto sia importante conoscere bene le fonti di energia rinnovabili. E’ necessario che l’energia solare o l’energia eolica diventino una “cultura” e non solo un modo per risparmiare sulla bolletta. Il futuro dell’era tecnologica, che stiamo vivendo, dipende dalle fonti energetiche, che devono essere il più possibile abbondanti e “pulite” e che quindi garantiscano la sopravvivenza del nostro ecosistema.

    _____________________________________________________________

    Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

     

     

    Leggi anche:

    >> I pannelli solari nel Sahara potrebbero fornire energia a tutta l’Europa

    >> Pannelli solari al silicio. L’efficienza arriva a un dollaro per ogni watt prodotto

    >> Pannello solare autocostruito con meno di 50 euro (video)

    >> Fusione nucleare: questa macchina potrebbe salvare il mondo!

    >> Clamoroso! Un ragazzino di 12 anni ha inventato un nuovo tipo di cella solare!

    >> Una turbina eolica sferica per l'energia della casa

    >> La truffa dell'energia eolica in Italia

    >> Automobile a energia solare italiana. La Fiat Philla (filmato)

    >> Ecco quali sono le fonti di energia che potrebbero salvarci dalla schiavitù del petrolio

    >> No More Gas: l'automobile che fa 120 chilometri all'ora al costo di 2 centesimi di euro al chilometro! (immagini)

    >> 7 consigli per risparmiare fino al 20 percento di benzina.

    >> Automobile rivoluzionaria che funziona ad aria compressa. 1,5 euro per fare 200 km!

    >> Fusione nucleare. Una tecnologia che offre vantaggi illimitati.

    Cosa sono i buchi neri? Video intervista a Valeria Ferrari

     

    In questa seconda clip dedicata all'astronomia, la professoressa Valeria Ferrari spiega come nasce una stella di neutroni, cos'è un buco nero e l'importanza delle Supernove, che sono alla base della formazione della materia.
    Parafrasando Shakespeare, si potrebbe dire - conclude la Ferrari - che l'uomo non è fatto solo della materia dei sogni ma è composto anche dalla materia di cui son fatte le stelle.

    _____________________________________________________________

    Se questo articolo ti è piaciuto, iscriviti al mio feed. I feed ti permettono di ricevere direttamente sul tuo pc tutti gli articoli del mio blog senza bisogno di visitarlo continuamente! Per maggiori informazioni sui feed, guarda questo filmato.

     

     

    Leggi anche:

    >> Come nasce una stella? Video intervista a Valeria Ferrari

    >> Le misteriose sorgenti di raggi gamma nell’Universo

    >> Oggi comincia la primavera astronomica. Quella meteo invece sembra lontana…

    >> Il residuo della supernova di Tycho

    >> La cometa Lulin e le galassie distanti

    >> Due buchi neri supermassicci spiraleggiano fino alla collisione finale

    >> Il grande meteorite del 1972, visibile di giorno

    >> Oggi alle 14:44 (ora italiana) un asteroide passerà a 63500 chilometri dalla Terra

    >> L’occhio di Dio si trova nel cielo

    >> La cometa Lulin, visibile in questi giorni, ha due code!

    >> 2007 VK184. Ecco l’asteroide che ha la maggiore probabilità di avere un impatto con la Terra.

    >> La cometa Lulin si sta avvicinando!

    >> L'asteroide 2009 BD sfiorerà la Terra

    >> Ecco le foto dell'occultazione di Venere da parte della Luna dell'1 dicembre 2008

    Come oscilla un pendolo su Giove? (filmato)

    In questo filmato possiamo vedere una bella rappresentazione di come cambia il periodo di oscillazione di un pendolo semplice in vari corpi ...